Quantcast
LA REGIONE METTE A GARA LA CONTINUITA' TERRITORIALE - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

LA REGIONE METTE A GARA LA CONTINUITA’ TERRITORIALE

NELL'INCONTRO CON LE CATEGORIE ECONOMICHE, L'ASSESSORE REGIONALE AI TRASPORTI CONTI HA RIBADITO CHE L'ENTE NON INTENDE ACQUISIRE TOREMAR, MA DISCUTERA' CON LE IMPRESE UN BANDO PER I CONTRIBUTI

LA REGIONE METTE A GARA LA CONTINUITA' TERRITORIALE

I vertici regionali di Confesercenti, Confcommercio, Cna, Confartigianato hanno incontrato l’assessore ai trasporti della Regione Toscana Riccardo Conti per parlare di Toremar.

La categorie, che hanno chiesto l’incontro, hanno espresso preoccupazione per il futuro dei collegamenti marittimi per l’Elba e l’Arcipelago Toscano. In particolare hanno fatto presente che “l’incertezza che caratterizza questa vicenda non consente di capire oggi come si potrà garantire efficienza sulla tratta e un adeguato livello di sana concorrenza che garantisca politica delle tariffe e qualità dei servizi adeguati”.

L’Assessore Conti ha ribadito l’impossibilità della Regione di acquisire direttamente la compagnia, anche perché le ultime modifiche apportate al decreto di luglio consentono tale acquisizione solamente a titolo oneroso.

La privatizzazione di Tirrenia ci sarà entro il 2010, grazie anche alla proroga di un anno concessa dalla Ue al governo italiano. Prevedibile l’affidamento alle regioni dei contributi pubblici che il governo mette a disposizione per la continuità territoriale. Su questo livello la Regione Toscana si dice disposta a redigere un bando di gara che assicuri il migliore utilizzo di tale contributo, prevedendo una serie di prescrizioni essenziali per la tutela della mobilità dei cittadini residenti nelle isole dell’Arcipelago.

Due sono state le disponibilità messe sul tavolo dall’Assessore Conti. La prima è che il bando verrà scritto attraverso una ampia partecipazione delle associazioni ed istituzioni locali in modo da disegnare un percorso il più possibile aderente alle esigenze del territorio. L’altra è la richiesta al governo di istituire il più presto possibile un tavolo Stato – Regioni – Tirrenia per discutere il mantenimento delle compagnie di navigazione regionali e dei contributi statali che non possono essere ridotti, pena la riduzione drastica di servizi essenziali per l’Arcipelago.

Le Associazioni si sono dette soddisfatte dal risultato dell’incontro soprattutto per il coinvolgimento in prima istanza che la Regione ha garantito per la redazione del bando. Hanno annunciato che chideranno una verifica affinché siano disegnate “regole valide per tutti i vettori che operano sul porto di Piombino e soprattutto la possibilità di aprire le banchine a quanti più vettori possibili al fine di scongiurare dinamiche duopolistiche”.