Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

COORDINAMENTO PRECARI SCUOLA, OGGI L’ASSEMBLEA

UN SOGGETTO POLITICO NAZIONALE. SI RIUNISCE L'ARTICOLAZIONE LOCALE

COORDINAMENTO PRECARI SCUOLA, OGGI L'ASSEMBLEA

Dalla rete docenti precari della provincia di Livorno riceviamo:

Domenica 30 novembre, presso un’aula occupata della Facoltà di Fisica dell’Università La Sapienza di Roma, si è ufficialmente costituito il Coordinamento Nazionale dei Precari della Scuola, realtà e soggetto politico a cui aderiscono le diverse reti regionali, provinciali e locali di tutta Italia e al quale, ovviamente, si è unita anche la Rete docenti precari della provincia di Livorno.

Sulla base di una piattaforma avanzata dai coordinamenti romani, il Coordinamento Nazionale vuole proporsi come entità coordinativa, orizzontale, non rappresentativa nè gerarchica, ma comunque realtà concreta in grado di funzionare da organismo complesso che raccolga le iniziative e le proposte provenienti dai soggetti locali e, grazie alla partecipazione e collaborazione delle Reti stesse, riesca a proporre calendarizzazioni, proteste e rivendicazioni condivise. Insomma qualcosa che, direttamente costruito dai movimenti locali, abbia un punto di partenza comune (la Piattaforma appunto) e che sia in grado di organizzare le lotte in difesa della scuola pubblica e, in particolare, dei posti di lavoro e della fine del precariato.

La nascita di un Coordinamento di questo genere ha una portata politica e rivendicativa, nonché una forza contrattuale, molto importante. In primo luogo perchè non ha precedenti. Secondo perchè permette a tutti i lavoratori precari del mondo della scuola di poter finalmente avanzare delle richieste non più in un rapporto individuale con la controparte, nè aspettando che lo facciano i sindacati, ma direttamente e collettivamente.

Prima di riportare integralmente la bozza del testo di partenza del movimento precari (la versione definitiva, arricchita dagli interventi dell’assemblea, non è ancora disponibile), vogliamo comunicare l’adesione della Rete livornese allo sciopero di Venerdì 12 dicembre indetto da Cgil e sindacati di base. Nel corteo che sfilerà a Livorno, i precari che fanno parte del movimento saranno uniti in uno spezzone autonomo, così come avverrà in tutta Italia per quelle realtà autorganizzate che fanno riferimento al coordinamento nazionale.

Per organizzare la mobilitazione del 12, grazie anche all’appoggio del Comitato elbano in difesa della scuola pubblica, tutti i docenti precari (e non) che lavorano all’Elba sono invitati a partecipare all’assemblea che si terrà oggi (mercoledì) presso la scuola Pascoli di Portoferraio, alle ore 17.30.