Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

NOI INECCEPIBILI, LA MINORANZA SBAGLIA ANCHE LE DATE

di Andrea CIUMEI (sindaco di Marciana Marina)

NOI INECCEPIBILI, LA MINORANZA SBAGLIA ANCHE LE DATE

Di fronte all’ennesima insinuazione della lista civica il primo impulso è stato di non rispondere. Se replico è solo per rispetto della cittadinanza, dei miei collaboratori e dei lettori, che hanno il diritto di conoscere la verità.

L’Amministrazione ha agito nel pieno rispetto della legge. Faccio presente che i Vigili urbani hanno effettuato un sopralluogo pressoché immediato e appena, il giorno dopo, ho preso conoscenza del loro verbale, ho disposto un accertamento congiunto di Vigili e Responsabile dell’Ufficio tecnico per martedì 25 u.s., primo giorno utile. Infatti nei giorni precedenti l’arch. Alessandro Mrakic non era presente e lunedì 24 si trovava a Firenze per impegni istituzionali fissati da tempo. Lunedì 24 c’è stato, come ben sa l’opposizione, l’intervento dei carabinieri che, almeno per l’immediato, ha reso inopportuno il sopralluogo già fissato.

Dunque nessuna copertura e nessuna connivenza, come tenta di far credere la lista civica. L’Amministrazione, checché ne pensino i tre consiglieri di minoranza, usa lo stesso metro – disponibilità e, laddove serva, fermezza nel far rispettare la legge –sia verso gli operai che verso gli imprenditori, oppure verso personaggi o dottori, perché tutti hanno la medesima valenza civica e antropologica.

Nella foga di accusare il trio sbaglia perfino date e calcoli elementari: lunedì scorso era il 24 novembre e non il 23; martedì era il 25 e non il 24; dal 20 al 24 novembre intercorrono quattro giorni e non cinque, come afferma il trio. Questo è indicativo del loro modo di agire. Quanto alle forti inquietudini da cui si sentono percorsi, posso solamente dare loro un consiglio: abbiano fiducia nella magistratura, nei carabinieri e nelle altre istituzioni, che stanno lavorando seriamente anche per loro e rinuncino alle continue fughe in avanti.