LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“LA TORRE TORNI PUBBLICA”: 400 FIRME CON LA SINISTRA

LA PETIZIONE AL SINDACO: "ATTIVIAMOCI CON OGNI INIZIATIVA PER RESTITUIRE A MARCIANA MARINA IL SUO SIMBOLO". SD: "INCOMPRENSIBILE LA RISPOSTA DI CIUMEI". ADRIANI ANNUNCIA UNA MOZIONE IN CONSIGLIO

"LA TORRE TORNI PUBBLICA": 400 FIRME CON LA SINISTRA

Sono quattrocento i cittadini che chiedono al sindaco di Marciana Marina, Andrea Ciumei, “di attivarsi per predisporre un progetto affinché la Torre di Marciana Marina torni nella disponibilità della comunità marinese”.

La raccolta di firme proposta e portata avanti dalla Sinistra marinese è arrivata a quota 400 firme. “Oggi che la risoluzione della vicenda appare vicina”, la Sinistra marinese (“con una petizione per qualcosa e non contro qualcuno”) chiede di “attivare i canali necessari per raggiungere un obiettivo atteso da tempo”.

Dicono dalla Sinistra marinese: “Molti dei cittadini che hanno sottoscritto la petizione, lo hanno fatto per manifestare il loro consenso rispetto a questo tipo di iniziativa, senza alcun interesse politico.
Sorprendente è stato poi l’interesse mostrato da parte dei giovani di Marciana Marina, in molti hanno manifestato il loro desiderio di visitare la Torre, una opportunità che fino ad oggi è stata sottratta a loro, come a molte delle generazioni precedenti”.

La Sinistra marinese, “al di fuori di ogni eventuale strumentalizzazione dell’iniziativa, intende offrire il proprio contributo affinché si arrivi alla risoluzione di questa vicenda, e si permetta all’intera comunità marinese, di sentirsi proprio un bene che fino ad oggi è rimasto di proprietà e nella disponibilità solo di pochi”.

E a tal proposito giudica “incomprensibile l’atteggiamento del sindaco, secondo il quale il deputato Realacci, che ha presentato un’interpellanza in parlamento, avrebbe dovuto seguire una strada più istituzionale”. La Sinistra si chiede “cosa ci sia di più istituzionale del Parlamento italiano”. Aggiunge: “Crediamo sia finito il tempo dei fumosi proclami, l’amministrazione deve far capire, non solo a quei quattrocento cittadini che hanno sottoscritto la petizione, che cosa intende fare per completare un percorso che sta diventando ogni giorno sempre più fastidioso”.

Conclude la Sinistra: “Comunque offriremo alla nostra amministrazione l’opportunità di scegliere da che parte stare, visto che nei prossimi giorni il consigliere comunale Cristiano Adriani presenterà in consiglio comunale una mozione sulla nostra torre”.