Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

BOSI E VELO A MATTEOLI: SI DEVE AGGIUNGERE UNA CORSA

I DEPUTATI DI UDC E PD INTERROGANO IL MINISTRO SUI DISAGI DI TOREMAR

BOSI E VELO A MATTEOLI: SI DEVE AGGIUNGERE UNA CORSA

Francesco Bosi e Silvia Velo hanno presentato un’interpellanza sui disagi patiti dagli utenti della Linea 3 della Toremar. Per il deputato Udc sindaco di Rio Marina e la collega parlamentare del Pd “la chiusura del porto di Porto Azzurro ha causato notevoli ripercussioni sugli orari dei collegamenti marittimi del versante orientale, e i nuovi orari predisposti dalla società pubblica di navigazione creano non pochi disagi alla mobilità della popolazione elbana, basti pensare al buco nelle partenze di oltre otto ore dalla corsa di metà mattinata a quella della sera (il traghetto Toremar rimane inoperoso a Piombino dalle 10.35 alle 17.30)”.

“Tale scelta – dicono – appare poco motivata visto che, non essendo più coperta la tratta diretta Piombino-Porto Azzurro e, tanto meno, quella fra questo porto e quello di Rio Marina, si realizza comunque un risparmio di carburante e delle spese di ormeggio”. “L’Autorità portuale di Piombino – aggiungono – ha realizzato opere di messa in sicurezza del Porto di Rio Marina per migliorare l’attracco e la sosta in banchina dei traghetti; e la vigente legge 169 del 75 prevede che «il numero delle linee, la periodicità dei collegamenti ed il tipo di naviglio debbono essere adeguati a soddisfare le esigenze di mobilità dei cittadini, nonché quelle dei servizi postali e commerciali, contribuendo a promuovere lo sviluppo socio-economico di ciascuna isola»”.

Bosi e Velo chiedono al ministro “quali iniziative intenda intraprendere per affrontare tale problema al fine di aggiungere una corsa a metà giornata così da porre rimedio ai disagi che sta subendo questo territorio”.