LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

EMERGENZE, MA IL PEGASO NON VOLA PER IL MALTEMPO

SOCCORSI DRAMMATICI CON L'AUTOAMBULANZA. UNA DONNA E' DECEDUTA

EMERGENZE, MA IL PEGASO NON VOLA PER IL MALTEMPO

Il maltempo di ieri ha pesantemente condizionato anche il soccorso sanitario all’Isola d’Elba. Per ben due volte è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso, ma Pegaso – l’elicottero del 118 di stanza a Grosseto – non aveva le condizioni di sicurezza necessarie per volare sull’isola. Il primo episodio è accaduto in mattinata, quando un paziente in dialisi presso l’ospedale di Portoferraio ha avuto un problema cardiaco. Negativa la risposta del 118 per l’elisoccorso, l’uomo è stato accompagnato in ambulanza dalla Pubblica Assistenza Croce Verde presso l’ospedale di Livorno.

Più grave quanto accaduto nel pomeriggio: intorno alle 16 un ricovero d’urgenza al Pronto Soccorso per una donna di 48 anni – L P le iniziali – colpita da emorragia cerebrale. Impossibilitato ancora ad alzarsi in volo l’elicottero di Grosseto, il 118 ha allertato la base di Sarzana, dove è di stanza un elicottero più grande, ma anche in questo caso la risposta è stata negativa. Condizioni meteo estremamente avverse, l’elicottero non può volare. Immediata l’allerta attraverso Carabinieri e Capitaneria, la Moby delle 16,30 – che di solito non trasporta autoambulanze – ha caricato a bordo l’auto medica della Croce Verde, che una volta a Piombino era attesa da un’ambulanza della Misericordia di Livorno con medico a bordo. Inutile, purtroppo, la corsa all’ospedale di Pisa, dove la giovane donna è deceduta poche ore dopo.