Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

IL PARCO NON HA MUTATO CONFINI ARBITRARIAMENTE

UNA NOTA UFFICIALE DELL'ENTE CONFERMA LA VERSIONE DI BARBETTI

IL PARCO NON HA MUTATO CONFINI ARBITRARIAMENTE

“I perimetri del parco non sono stati arbitrariamente modificati da Barbetti”. Lo conferma l’ente stesso, con una nota che si riferisce all’intervento dell’ex commissario: “In un clima denso di allarmismi nei confronti del Piano del Parco – dicono da via Guerrazzi – approfittiamo, fuori da ogni polemica, dell’invito dell’ex commissario Barbetti. Si rassicurano i sindaci e i cittadini che ad oggi le uniche carte ufficiali e che hanno valore ai fini dell’individuazione del perimetro del Pnat, sono quelle in scala 1:25000 allegate al dpr 22 luglio 1996. Questa cartografia nel 1999 fu inviata a tutti i Comuni dell’Arcipelago ed è depositata presso gli uffici dell’ente. Le cartografie allegate al Piano del Parco sono di riferimento e hanno valenza esclusivamente per la zonazione e non per il perimetro, perché, è bene ribadirlo, il Piano del Parco non modifica i perimetri dell’area protetta, ma solo la norma”.

“Qualsiasi altra cartografia redatta per la formazione di strumenti urbanistici comunali o altro – precisa il parco – non ha nessun valore. Inoltre per evitare eventuali forzature ed interpretazioni di perimetri fantomatici o presunti – aggiunge – nei nulla-osta viene scritto che ‘Per l’individuazione delle aree ricadenti nel perimetro del Parco nazionale Arcipelago toscano fa fede la cartografia allegata al dpr 22.07.1996 di istituzione dell’ente Parco nazionale Arcipelago toscano’”.