Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

UNIONE COMUNI, SINDACATI CONTRARI ALL’ESPERIMENTO

LE SIGLE CONFEDERALI CHIEDONO DI ESSERE COINVOLTE, E DICONO NO ALLA POSSIBILITA' DI "RECESSO" DOPO UN ANNO: "NON C'E' STATA SUFFICIENTE CHIAREZZA. L'ENTE NON DEVE ESSERE FATTO PER FORZA, MA CON FORZA"

UNIONE COMUNI, SINDACATI CONTRARI ALL'ESPERIMENTO

Si è riunita stamattina l’assemblea dei lavoratori della Comunità Montana dell’Arcipelago, che ha dato mandato alle rappresentanze sindacali dell’ente, e alle organizzazioni sincacali Cgil e Cisl, di chiedere ufficialmente alla conferenza dei sindaci ed all’assessore Fragai, di essere coinvolte e convocate nelle future riunioni, a decorrere dal prossimo incontro, previsto per lunedì 13.

“I lavoratori – spiegano le sigle – hanno espresso forte preoccupazione in merito all’istituzione di un’Unione dei Comuni senza il vincolo di adesione decennale originariamente previsto dalla legge. Il nuovo ente, Unione dei Comuni o Comunità d’Arcipelago, espressione di una potenziale forma di coordinamento del territorio, deve tuttavia nascere sulla base di scelte responsabili e condivise da parte di tutti i soggetti coinvolti”.

“L’Unione di Comuni – continuano Cgil e Cisl – non deve essere fatta per forza. Al contrario, è con forza che tutti dovrebbero volere il nuovo ente. E fino ad oggi, non pare che ci sia stata la massima chiarezza”.