Quantcast
UNIONE DEI COMUNI, BOSI: TROPPA IMPROVVISAZIONE - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

UNIONE DEI COMUNI, BOSI: TROPPA IMPROVVISAZIONE

IL SINDACO DI RIO MARINA NON SEMBRA CONVINTO DI ADERIRE, NONOSTANTE LE CONCESSIONI DI FRAGAI. "STRANA LA SCELTA PROVVISORIA PER UN ANNO, LA LEGGE PONE PIU' OSTACOLI, E LA REGIONE PUO' IMPEDIRE IL RECESSO"

UNIONE DEI COMUNI, BOSI: TROPPA IMPROVVISAZIONE

Non sono state poche le promesse e le concessioni della Regione, ieri, sull’Unione dei Comuni, compresa una sorta di facoltà di recesso, da esercitare fra un anno. Ma Il sindaco di Rio Marina non sembra aver sciolto ancora la riserva sull’incontro nel nuovo ente.

Bosi era quello meno convinto dall’assetto economico e giuridico del nuovo ente. La sua maggioranza ha approvato in Consiglio un ordine del giorno contrario, con argomentazioni che Bosi ha ripetuto anche ieri, davanti all’assessore regionale Fragai.

“Tutte le riunioni servono a riflettere – commenta oggi – ma in questo caso purtroppo sono mancati gli elementi di conoscenza degli oneri finanziari, il quadro delle attività e delle passività. Io credo che questi elementi debbano essere disponibili. Quello che troverei una scelta singolare sarebbe una scelta fideistica pro o contro. Non è il mio modo di amministrare la cosa pubblica”.

“Anche questa cosa della scelta provvisoria – aggiunge Bosi – mi sembra un po’ strana, perché la legge regionale dice che si può uscire, ma pone tutta una serie di ostacoli, non ultimo il fatto che si deve pronunciare favorevolmente la Regione stessa, e per certi versi è anche giusto perché non è un albergo che si entra e si esce a piacimento”. “Questa – conclude Bosi – è una scelta importante e seria se serve. Ma ad oggi purtroppo è una scelta che si va a fare sulla base di nulla. Purtroppo ho dovuto constatare che tutto è all’insegna della improvvisazione”.

rb