Quantcast
DALL’ELBA IL MESSAGGIO “DIVERTITEVI IN SICUREZZA” - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

DALL’ELBA IL MESSAGGIO “DIVERTITEVI IN SICUREZZA”

ALL’HERMITAGE ELBADRINK, LA MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA DAI BARMAN DELL’AIBES, CHE QUEST’ANNO E’ COINCISA CON UNA SERATA DI GALA DEDICATA ALL’USO CONSAPEVOLE DELL’ALCOOL. A CHIUSURA LA GARA

DALL’ELBA IL MESSAGGIO “DIVERTITEVI IN SICUREZZA”

Da una piccola isola un grande messaggio: “Divertitevi in sicurezza”. Questo lo slogan della manifestazione che si è tenuta nello stupendo scenario dell’Hotel Hermitage della Biodola. Il contenitore, quello di Elbadrink, il tradizionale contest fra i barman degli alberghi elbani, giunto alla sua 13.ma edizione, è divenuto quest’anno un evento mediatico vero e proprio, approfittando della coincidenza con l’entrata in vigore dell’obbligo dei locali che somministrano bevande alcoliche

Un’idea, quella di unire Elbadrink ad una serata mirata alla sensibilizzazione sul problema alcool, nata quasi per caso, come ha spiegato l’artefice della serata – l’ingegner Massimo De Ferrari – al conduttore, l’anchorman del TG1 Attilio Romita

“Inizialmente è nato tutto per cercare di dare più risalto al concorso dei barman – ci ha detto Massimo De Ferrari, ‘patron’ dell’Hotel Hermitage – poi ad uno dei nostri ragazzi venne ritirata la patente per l’alcool test. Lui venne da me a chiedere un consiglio: ma come è potuto succedere, mi chiese, non avevo bevuto niente di strano… Da qui l’idea di trovare il sistema di fare chiarezza su ‘quanto’ si può davvero bere, e magari inventare anche qualcosa – a livello di drink – di innocuo per la salute e l’equilibrio dei ragazzi. La collaborazione con qualcuno dei nostri ospiti più famosi ha fatto il resto. Non a caso qui con noi ci sono quattro conduttori dei tg nazionali come Giulio Giubilei, Franco Di Mare, Maria Concetta Mazzei e lo stesso Attilio Romita”.

A fianco dell’organizzazione, la Polizia Stradale e l’Asl, che già lavorano sul tema alcool/sicurezza con loro iniziative, come quella del camper presente quest’estate all’ingresso delle discoteche per sensibilizzare i ragazzi.

“Sono venuti davvero in tanti a chiederci notizie – ci ha detto Luisella Arrostini , operatrice ASL che ha curato l’attività del camper – sia ad inizio serata che all’uscita dalla discoteca. Il nostro progetto quest’estate ha registrato 8mila contatti con i ragazzi, per 6mila volte abbiamo fatto loro un test dimostrativo. Purtroppo, è da sottolineare che ben il 46% di questi test dava esito positivo”.

“Il problema non sono soltanto i giovani nel fine settimana – ha aggiunto Sergio Tinti, dirigente del compartimento Polizia Stradale della Toscana – i numeri del nostro servizio ci dicono che sono coinvolti in questo fenomeno anche moltissimi adulti, specie nella fascia fra i 40 e i 50 anni”

I barman dell’Aibes, comunque, sono riusciti a dimostrare davanti al pubblico – e attraverso gli strumenti dell’ASL e della Polizia Stradale – che si possono fare cocktail a contenuto talmente minimo di alcool da superare tranquillamente i test di legge. A margine della manifestazione, le importanti considerazioni dei testimonial dell’evento. “Un altro messaggio importante che arriva dall’Elba – ci ha detto Marco Mantovani – presidente Locman Italy – mi piace molto l’idea di unire l’abilità di chi sa fare dei cocktail di un certo livello con la sicurezza di chi poi ne fa uso, in questo caso i ragazzi. Un problema che riguarda tutta la nostra società, anche l’Elba, e speriamo che da questa buona idea di massimo De Ferrari, a cui faccio i complimenti per l’intuizione, ne nasca una grande eco a livello nazionale”.

Sul palco della manifestazione Maria Concetta Mattei, conduttrice del Tg2, ha parlato da genitore: “Io credo che dobbiamo educara i nostri ragazzi a divertirsi, ma anche a valorizzare quanto di bello c’è intorno a noi – ha detto la Mattei ai microfoni di Tele Tirreno Elba – al di là dello sballo che inevitabilmente attrae i ragazzi, ci si può inebriare anche vedendo splendidi scenari come quello che abbiamo appena visto, questo tramonto splendido sul mare dell’Isola d’Elba. Se noi genitori riusciamo a trasmettere ai nostri ragazzi valori come quelli della vita e della bellezza dell’ambiente, i rischi per loro automaticamente diminuiscono”.

A completare la serata fino alla cena di gala, le iniziative tradizionalmente contenute da Elbadrink, con una sorpresa: la vittoria di due ragazze. Il trofeo “Vincenzo Gasparri”, dedicato ai giovani barman, è stato vinto infatti da Sara Schiavi, che ha preceduto nell’ordine Giovanni Scozzari e Daniele Di Stefano. Il “contest” dedicato ai barman professionisti è andato al cocktail preparato da Oriana Deriu, della sezione AIBES della Sardegna, che ha avuto la meglio su Silvano Evangelisti della sezione Lombardia e su Antonio Marteddu della sezione Piemonte

Fabio Cecchi