Quantcast
"IL WATER FRONT NON SIA PROPAGANDA ELETTORALE" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“IL WATER FRONT NON SIA PROPAGANDA ELETTORALE”

LO YACHT CLUB: "INTERESSANTE IL PROGETTO SU CALATA ITALIA"

"IL WATER FRONT NON SIA PROPAGANDA ELETTORALE"

Finalmente si parla di nautica e di porti Era ora. Per anni vi è stato un silenzio incredibile, come se la nautica non ci riguardasse. Come se noi dei porti e del turismo nautico non avessimo bisogno (meglio andare al Perone), ebbene siamo molto contenti che qualcosa si muova e che almeno se ne parli, ma soprattutto si cominci a fare. L’Elba deve vedere nella nautica un grande sviluppo economico e non un nemico.

Rio Marina, Porto Azzurro, e Marciana Marina si stanno apprestando a migliorare i propri attracchi e ci auguriamo che lo facciano presto, ci auguriamo che anche Marina di Campo faccia qualcosa: in quella zona servirebbe un vero approdo. Ma soprattutto Portoferraio, finalmente nel bene e nel male si parla di “waterfront”, finalmente, finalmente, finalmente, abbiamo intravisto il progetto e dobbiamo dire che a nostro giudizio è un ottimo punto di partenza, i servizi che vi sono compresi sono indispensabili per uno sviluppo nautico, sicuramente ci sarà da migliorarlo, sicuramente da modificarlo, ma almeno si cominci a parlarne e soprattutto a fare.

Qualcuno propone situazione alternative che sono veramente interessanti. Il nostro giudizio è che l’uno non è alternativo all’altro, e tutti e due sarebbero realizzabili e necessari. Calata Italia sarebbe una posizione eccezionale soprattutto per yacht di grandi dimensioni. Nel Mediterraneo ci sono oltre 3500 mega yacht ed oggi il vero problema è dove metterli, la Francia e la Spagna l’hanno capito prima (come al solito) e si sono attrezzate, l’Italia e’ sempre indietro non sarebbe il caso di pensarci? In questi giorni la Cosimo, società di gestione del porto portoferraiese, ha annunciato che ha avuto un incremento di fatturato, è la dimostrazione che il margine di miglioramento è notevole, ma soprattutto, la nautica porta grande beneficio al paese è questa la vera chiave di svolta, portare economia in paese.

Le più importanti zone turistiche italiane. per non parlare di quelle città europee che si affacciano sul Mediterraneo, hanno o stanno rivoluzionando i propri “water front”, stanno recuperando il tempo perduto ad una velocità incredibile, in Italia un esempio su tutti è Olbia che sta diventando uno dei più importanti poli della nautica da diporto Italiano. con cantieri modernissimi ed attrezzatissimi completi di tutti i servizi, la città è cambiata e sta producendo sul territorio una grande ricchezza, o regioni come la Campania dove nei prossimi anni avverrà una vera rivoluzione della portualità da diporto. Per non parlare della Liguria che è sicuramente la più attiva avendo già molti porti e molti altri in costruzione. Ogni porto importante ha uno Yacht Club importante,
vero collante della nautica.

Il nostro club è nato da oltre cinque anni, ma più che fare delle piccole manifestazioni non siamo riusciti a realizzare, non siamo riusciti a portare qui il circuito di barche d’epoca o raduni di importanti cantieri perché purtroppo ci mancano le strutture recettive. Non riusciamo ad ottenere una sede, anche provvisoria degna di uno Yacht Club che ci permetta di fare ospitalità, mentre abbiamo visto che nel nuovo progetto comunale è prevista. Meno male

Non ci mancano i contatti, anzi spesso veniamo cercati ma purtroppo siamo troppo lontani dallo standard richiesto. Pensate nelle basse stagioni che ricadute economiche vi sarebbero, lavoro per tutti, ristoranti , bar alberghi, negozi.. ecc…= economia.

La nostra speranza è che il progetto del “waterfront” portoferraiese non sia un semplice argomento elettorale, per questo l’ amministrazione comunale lo deve dimostrare, approvando tutto prima delle elezioni, e che il progetto, molto, interessante di calata Italia debba essere preso in seria e concreta considerazione. Se si comincia a fare e non parlare, anche questo Club farà la sua parte organizzando grandi manifestazione per portare Portoferraio nel circuito della grande nautica.