Quantcast
MARINI: PATETICO SCARICARE ANCORA RESPONSABILITA' - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

MARINI: PATETICO SCARICARE ANCORA RESPONSABILITA’

IL CONSIGLIERE ALL'AMMINISTRAZIONE SUI RITARDI DEI LAVORI ALLE SCUOLE: "PER PELLEGRINI E' 'LIEVE INCIDENTE' IL CROLLO A SAN ROCCO"

MARINI: PATETICO SCARICARE ANCORA RESPONSABILITA'

Il consigliere comunale di “Portoferraio, la tua città”, Roberto Marini, interviene sulla questione dello stato delle strutture scolastiche, e accusa l’amministrazione di Portoferraio di non essere intervenuta in tempo – per l’apertura della scuola- con i necessari lavori.

Riceviamo e pubblichiamo:

“Anche quest’anno come ogni anno, in prossimità dell’apertura dell’anno scolastico si accendono polemiche sull’inadeguatezza e la vetustà degli edifici scolastici presenti nel nostro territorio.

Il soffitto della scuola materna di San Giuseppe nei giorni scorsi è crollato. Questo “lieve incidente”, così come è stato definito dall’assessore Pellegrini, è accaduto mentre “gli operai saggiavano lo stato dello stabile”.

Certo perché le verifiche agli edifici scolastici si fanno verso il 10-15 settembre, e non a giugno in modo da effettuare gli interventi necessari durante il periodo estivo.

D’altra parte tra un mese – che potrà diventare anche due o tre mesi – i bambini e i loro genitori avranno una scuola materna rimessa a nuovo “agibile e più confortevole”.

Relativamente al plesso della Cesare Battisti niente di grave: c’è solo l’imbiancatura da terminare, cosa che potrà avvenire anche mentre i ragazzi fanno lezione. C’è anche a chi piace l’odore della pittura, anche se bene non credo che faccia.

A San Rocco, invece, i lavori stanno terminando, poi una profonda pulizia e infine inizieranno le lezioni.

Quanto agli edifici delle scuole medie e superiori, quest’ultimi che ospitano tutti i ragazzi dell’Elba, non se ne parla, perché la competenza è della Provincia.

Certo che sfortuna! Ma guarda un po’ se il 15 settembre doveva arrivare proprio il 15 settembre!

Relativamente all’accenno fatto sulle condizioni degli edifici scolastici lasciati dalla precedente amministrazione, è bene ricordare agli attuali amministratori che sono in carica da ben quattro anni e quattro mesi e questo gioco di scarico delle responsabilità è ammesso solo il primo anno, poi diventa patetico”.