Quantcast
INCONTRO ALESSI-SINDACATI: GARANZIE AI LAVORATORI - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

INCONTRO ALESSI-SINDACATI: GARANZIE AI LAVORATORI

IL PRESIDENTE DELL'ENTE COMMISSARIALE HA DATO RASSICURAZIONI SULLA TRASFORMAZIONE DELLA COMUNITA' MONTANA IN UNIONE DEI COMUNI: SARANNO MANTENUTI TUTTI I 40 POSTI DI LAVORO ATTUALI DELL'ENTE

INCONTRO ALESSI-SINDACATI: GARANZIE AI LAVORATORI

Si sono incontrati il presidente-commissario dell’Unione dei Comuni-Comunità dell’Arcipelago Danilo Alessi e i sindacati territoriali Funzione pubblica di Cgil e Cisl. I sindacati e l’Rsu dell’ente comprensoriale avevano protestato per il mancato coinvolgimento nel percorso di trasformazione della Comunità Montana in Unione dei Comuni, manifestando anche preoccupazione per il mantenimento delle risorse necessarie alla vita dell’apparato dell’ente.

Dopo l’incontro di ieri i sindacati hanno firmato un documento comune con Alessi, in cui si prende atto “con soddisfazione che la legge regionale è decisamente garantista per quanto riguarda il mantenimento di tutti i posti di lavoro: è stata ribadita la volontà di portare a buon fine il percorso iniziato verso il nuovo ente comprensoriale, valutato sia dai sindacati che dal presidente-commissario come quello più utile alla qualificazione del governo del territorio, in continuità con l’operato dell’ente in trasformazione”.

Le preoccupazioni sulle disponibilità finanziarie ordinarie del nuovo ente (al di là del contributo di 150mila euro per il 2008 annunciato dalla Regione), “sono state in qualche modo fugate – secondo quando riferisce il presidente dell’ente – dalle rassicurazioni fornite di recente dall’assessore agli Enti locali della Toscana, che ha ribadito come, in ogni caso, saranno assicurate alle nuove istituzioni (6 sulle 20 Comunità, per ora) le risorse necessarie a mantenere i servizi e gli interventi erogati in precedenza”.

L’auspicio condiviso di sindacato e amministrazione commissariale dell’ente è quindi “che tutti i soggetti interessati tengano il timone sulla rotta dichiarata, nella convinzione che, sia per i lavoratori dell’ente che per i cittadini dell’Elba, di Capraia e del Giglio sia utile una forte e coordinata azione di governo dei Comuni sulle questioni comprensoriali, un’azione che si può continuare a svolgere appunto attraverso l’istituzione che si sta andando a costituire”.