Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“PARCHEGGIO E TORRE, I DANNI CHE FA IL TIRO SBILENCO”

CIUMEI SUL CANTIERE A S. PIETRO: STIAMO LAVORANDO PER RIDURRE I DISAGI E RISOLVERE I PROBLEMI. DE FUSCO, MAZZANTINI E TERRENI CONTINUANO CON L'OPPOSIZIONE A OGNI COSTO, MALTRATTATA LA MEMORIA DI BRIGNETTI"

"PARCHEGGIO E TORRE, I DANNI CHE FA IL TIRO SBILENCO"

Dall’amministrazione comunale di Marciana Marina riceviamo:

“Sotto il tiro – ipermiope – di De Fusco/Mazzantini/Terreni ora c’è il parcheggio di S. Pietro. Opposizione a tutti i costi. Su tutto e comunque, con qualsiasi pretesto. Questa è la linea d’azione politica del trio. L’abbiamo capito noi e l’ha capito chiunque abbia osservato con un minimo d’attenzione i fatti. Per quanto ci riguarda, noi continuiamo a preferire il dialogo alle posizioni estremistiche, ma loro facciano un po’ come credono, perché sui gusti non c’è da disputare, afferma una massima antica.

Hanno cominciato con la Torre medicea sulla quale proprio l’ex sindaco De Fusco ha acceso un incomprensibile contenzioso giudiziario, che è costato in totale alla comunità di Marciana Marina più di 42mila euro. Risultati pratici? Nessuno, ma grazie al trio la lite continua senza fine e in ogni direzione. Tanto che, per attizzarla, nel testo di un’interpellanza il trio cita addirittura, con un mai sopito soprassalto di onniscienza, un articolo di legge (176 del Decreto Legislativo 42/2004) non pertinente e fuori luogo. Come dire : fischi per fiaschi o, se si preferisce, paperopoli e dintorni! Intanto il mondo della cultura si interroga: è ragionevole maltrattare così, sia pure indirettamente, la memoria di un grande scrittore qual è stato Raffaello Brignetti, che con la sua presenza e con i suoi libri ha dato lustro al paese ? E’ questa la riconoscenza nei confronti di una delle personalità più illustri che Marciana Marina abbia mai avuto ? Non sarebbe stato più giusto e appropriato colloquiare (come stiamo facendo noi, nonostante gli ostacoli frapposti dal trio) con la vedova Ambretta Brignetti per trovare una soluzione equa e condivisa al problema Torre?

Il tiro sbilenco è poi proseguito con la ‘scogliera’ sul lungomare, sulla quale il trio ha imbastito un processo mediatico tanto apodittico e sommario da far impallidire i tribunali del Sant’Uffizio. Correttezza e garbo avrebbero imposto di lasciare che a giudicare fossero i giudici. Ma tant’ è, il trio è fatto così: loro sanno fare ogni cosa, meglio di chiunque, prima di tutti.

Ora il tiro si è spostato, ancora del tutto fuori bersaglio, sul parcheggio di S. Pietro. Fra le varie doglianze il trio enuncia il pericolo di crolli e disagi alla popolazione perché la strada provinciale è oggi a senso unico alternato. Sul primo punto, come Amministrazione comunale, si tiene a precisare che l’ufficio tecnico (ma vogliamo lasciarlo lavorare in pace, una volta tanto?) ha già disposto quanto è necessario per evitare qualunque rischio e per le occorrenti variazioni amministrative. Per quanto concerne la seconda lamentazione, invece, non possiamo che restare perplessi. Ma dove vive il trio, nel paese del Bengodi dove tutto si fa con un tocco di bacchetta magica? Hanno mai fatto un intervento edilizio in casa propria senza dover rinunciare temporaneamente a comodità e agi? Forse hanno contemplato lavori di sistemazione sul margine di una strada pubblica, all’Elba o in qualsiasi altro posto, senza che fossero creati disagi agli automobilisti o ai passanti?

Noi stiamo lavorando alacremente perché i disagi durino il meno possibile e non ci risulta che il sindaco abbia mai detto che i lavori sarebbero finiti entro l’estate. A dispetto di quanto vuole far credere il trio, i nostri concittadini li sopportano con pazienza perché sanno che essi vengono fatti per la collettività e servono a rendere il paese più bello e più fruibile.