Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

VENDEMMIA INCERTA, MA ARRIVA IL DOCG PER L’ALEATICO

QUALCHE PROBLEMA PER IL MALTEMPO DI META' AGOSTO CHE HA DANNEGGIATO I VIGNETI. MA LA SETTIMANA PROSSIMA S'INIZIA. UNA BUONA NOTIZIA PER IL VINO: ENTRO L’ANNO IL RICONOSCIMENTO DAL MINISTERO

VENDEMMIA INCERTA, MA ARRIVA IL DOCG PER L'ALEATICO

Si avvicina il tempo della vendemmia. Ma mentre sulla costa toscana si preannuncia un’ottima annata, all’isola d’Elba c’è preoccupazione a causa della grandinata che a Ferragosto ha colpito le colture. Il sud dell’isola e i vigneti di aleatico sono state fra le più toccate dal maltempo di metà agosto. L’uva non è ancora matura e i viticoltori sono preoccupati per possibili perturbazioni che nei prossimi giorni potrebbero danneggiare ulteriormente il raccolto. “Cominceremo comunque il raccolto dell’aleatico ai primi di settembre – ci hanno detto – per proseguire poi con il resto della vendemmia dalla terza settimana in poi”.

Ma un dato positivo c’è: entro l’anno il ministero dell’Agricoltura potrebbe assegnare la denominazione di origine controllata e garantita, la famosa Docg, all’Aleatico dell’Elba, vino endemico del nostro territorio, molto apprezzato in Italia e non solo.