Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

MINACCIA DI ABORTO, MA L’ELISOCCORSO VA A CAMPO

UNA GESTANTE COLPITA DA MALORE, PERO' PEGASO NON PUO’ ATTERRARE AL CARBURO DI NOTTE: AMBULANZA COSTRETTA ALL’AEROPORTO DELLA PILA

MINACCIA DI ABORTO, MA L'ELISOCCORSO VA A CAMPO

La piazzola dedicata all’elicottero di Portoferraio è inagibile durante la notte, per mancanza di illuminazione, così nelle ore notturne l’elisoccorso è costretto a partire dall’aeroporto di Campo nell’Elba, allungando i tempi di attesa per malati.

Così come è successo ieri sera, quando una turista romana di 34 anni in stato interessante è stata portata all’ospedale per un malore. I medici si sono subito resi conto che si trattava di una minaccia di aborto e che era necessario il trasferimento all’ospedale di Pisa. I volontari della Misericordia di Portoferraio sono stati chiamati alle 20 e 50, e sono rimasti impegnati fino alle 22 e 15 nelle delicate operazioni di trasporto della donna, sull’ambulanza prima, sull’elicottero poi.

Questo episodio, punta nuovamente l’attenzione su un servizio, quello dell’elisoccorso, essenziale per l’isola d’Elba, che avrebbe bisogno di essere reso più veloce e fruibile sia di giorno che di notte. Probabilmente se la piazzole fosse stata agibile per il volo notturno, i tempi di soccorso per la turista romana sarebbero stati dimezzati.