Quantcast
LA SCOMPARSA DI ATTILIO CORSINI, CAPOLIVERI IN LUTTO - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

LA SCOMPARSA DI ATTILIO CORSINI, CAPOLIVERI IN LUTTO

IL RICORDO DEL SINDACO, DELL'ASSESSORE VAI E DELLA "VERDI"

LA SCOMPARSA DI ATTILIO CORSINI, CAPOLIVERI IN LUTTO

Capoliveri è in lutto per la prematura scomparsa del regista Attilio Corsini. “Uomo di lettere e di teatro – lo ricorda il sindaco Paolo Ballerini – intellettuale di spicco sulla scena nazionale, Attilio Corsini non ha mai dimenticato la sua Capoliveri, aderendo, durante le ultime elezioni alla lista civica Liberi. Il suo contributo culturale e politico, prezioso e determinante, caratterizzato da una forte partecipazione civile alla costruzione di un futuro migliore del paese è un ricordo vivo in tutti noi amministratori. E’ a nome dell’Amministrazione comunale che mi unisco con grande affetto e rimpianto al dolore dei familiari.

“Attilio era persona assai nota a Capoliveri – il ricordo dell’assessore alla Cultura Ornella Vai – dove contava numerose amicizie ed a cui era legato anche da vincoli familiari. Regista teatrale e gestore del teatro Vittoria, aveva portato a Capoliveri numerosi personaggi del mondo dello spettacolo ed era stato sempre prodigo di consigli e di aiuto in molte delle manifestazioni organizzate nel nostro Paese. Sono fiera di aver potuto godere della sua amicizia e ne piango in questo momento la perdita. Alla sorella, alla compagna, al cognato, al nipote, a Viviana, ed ai familiari tutti, vanno le mie più sentite condoglianze, unite a quelle dell’Amministrazione comunale di Capoliveri”.

Il consiglio direttivo dell’Associazione culturale Verdi di Capoliveri, si unisce all’Amministrazione Comunale nel ricordo di Corsini “amico e collaboratore di questa Associazione negli anni precedenti la sua malattia. Fu presentatore delle prime edizioni della Festa dell’Uva, che crebbe moltissimo grazie alla sua partecipazione. Rinnoviamo le nostre condoglianze alla famiglia, riservandoci, con il loro permesso, di commemorare presto e più degnamente, la figura di Attilio”.