Quantcast
LA "MUSICA DAL MARE" RESTITUITA A PESCI E DELFINI - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

LA “MUSICA DAL MARE” RESTITUITA A PESCI E DELFINI

CONCERTO DI SUONI REGISTRATI SOTT'ACQUA E PROCESSATI

LA "MUSICA DAL MARE" RESTITUITA A PESCI E DELFINI

Un concerto molto particolare ha trasformato ieri sera il golfo di Cavoli. Da spiaggia super affollata, meta ambita da giovani turisti, a teatro. Una barca che diventa un palco e il mare come strumento musicale. E’ “Musica per pesci, delfini ed altri animali”, una sinfonia elettro-acustica appositamente composta e dedicata al mare. E dal mare creata, grazie a microfoni speciali immersi in acqua per rilevarne i suoni che vengono processati mediante computer e successivamente integrati nel tessuto musicale dai musicisti: il pianista Federico Bologna, il bassista Cosimo Mauro e il chitarrista Gian Luca Gaiba.

“La musica – ha detto Gian Luca Gaiba -nasce da manipolazioni musicali di suoni che comunque vengono dalla vita reale. Questo perché in parte le composizioni sono legate alla musica digitale, quindi musica elettronica, in più abbiamo strumenti analogici tipo microfoni e altri strumenti che raccolgono i suoni direttamente dal mare.”

Lo spettacolo inizia con un’antica leggenda nordica che riguarda il mare e i suoi abitanti e racconta di come gli uccelli abbiano la capacità di cantare mentre i pesci siano muti. Il concerto dunque è un modo per restituire ai pesci la loro musica. Un’idea originale nata dai fratelli Fulvio e Danilo Tomasetta dell’associazione Musicalbox

“L’idea di un concerto sul mare è di mio fratelloche è un creativo – ci ha raccontato DaniloTomasetta- e che mi ha domandato se fosse possibile realizzarla. A me l’idea è piaciuta, l’ho vista realizzabile da un punto di vista tecnico, e l’ho trovata molto interessante perché una cosa del genere non era mai stata fatta. Però anche se simbolicamente vengono nominati i pesci e i delfini, sono gli uomini i veri fruitori di questa musica, così ho pensato di dare un senso alla struttura musicale per l’ambiente marino che vogliamo in qualche modo sottolineare, così ho pensato di catturarne i suoni. Inoltre il concerto ha anche una valenza etica perché manda un messaggio di rispetto verso l’ambiente marino.”

Al. Fra.