Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

CAPOLIVERI PIU’ PULITA E LIBERA DAGLI INGOMBRANTI

E' LO SCOPO DELLA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE DI COMUNE E CAPUT LIBERUM IN ACCORDO CON ESA, BALLERINI: “SERVE L'AIUTO DI TUTTI”

CAPOLIVERI PIU' PULITA E LIBERA DAGLI INGOMBRANTI

Avviata da qualche giorno a Capoliveri una campagna di sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente. Interessa tutto il territorio comunale, con particolare attenzione al centro storico, e al corretto smaltimento dei rifiuti ingombranti. La campagna è promossa dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Capoliveri, in collaborazione con Caput Liberum, la società partecipata del comune.

Una prima vera campagna di comunicazione avviata dall’amministrazione – dicono dal comune di Capoliveri – su sollecitazione del responsabile del servizio raccolta ingombranti della Caput Liberum. Due locandine sono state diffuse su tutto il territorio comunale – spiegano ancora dall’amministrazione- che ritraggono due immagine paradossali, in cui la bellezza del territorio contrasta (e stride) con quella dei cumuli di rifiuti ingombranti, purtroppo abbandonati nei posti più impensabili, con un grave danno per l’ambiente e per il paessaggio. L’obiettivo è dare grande visibilità, proprio durante il periodo di maggiore afflusso turistico, all’esigenza molto sentita dai promotori di una più stringente collaborazione dei cittadini per un corretto utilizzo dei servizi di raccolta rifiuti attivi. E attenzione per il paesaggio, risorsa unica e preziosa sulla quale si basa in gran parte l’economia locale, e tuttavia non adeguatamente rispettata.

“I costi gestionali dello smaltimento rifiuti sono importanti – sottolinea il sindaco Paolo Ballerini – ma la finalità di tenere il paese pulito è un dovere di tutti. Con Esa abbiamo stipulato alcune opzioni in più rispetto al normale servizio: si tratta di più passaggi al giorno per la raccolta dei rifiuti nei punti di massima congestione e un passaggio domenicale. Un onere economico in più per l’amministrazione che comunque lo deve al territorio, ma che tuttavia è un dovere morale della cittadinanza e dei nostri ospiti. Serve a mantenere pulito il territorio e rispettare le regole fissate, utilizzando correttamente i servizi. Spesso – conclude il sindaco – i cassonetti sono utilizzati in modo assolutamente improprio”.

“La campagna di sensibilizzazione – spiega invece l’assessore all’Ambiente, Domenico Puccini – è solo il primo passo, a cui farà seguito il posizionamento delle telecamere per il controllo dei centri di raccolta rifiuti”.