Quantcast
IL FASCINO DEL TANGO DI JUAN CARLOS CACERES - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

IL FASCINO DEL TANGO DI JUAN CARLOS CACERES

IL SECONDO APPUNTAMENTO DELLA RASSEGNA MUSICALE "OLTREMARE" INCANTA CON LE NOTE E LE TIPICHE ATMOSFERE DEL SUD AMERICA

IL FASCINO DEL TANGO DI JUAN CARLOS CACERES

E’ anche un pittore di talento e maestro d’arte il musicista – 72 anni – Juan Carlos Caceres, ma soprattutto è uno dei più grandi rappresentanti mondiali di tango d’autore. Stiamo parlando dell’argentino che martedì sera ha incantato con la sua musica la piazza De Laugier, nell’ambito della rassegna musicale di “Oltremare”. Il “leone”, così lo chiamano. Probabilmente per il suo modo di fare musica nella quale riesce a mescolare sapientemente jazz e tango. Incalzante la sua voce accompagnata dal pianoforte, con i magici contrappunti del bandoneon, e delle percussioni tipiche del sud America. Ha aperto la serata raccontando delle radici della storia musicale argentina. Caceres è uno dei pochi ad aver indagato sulle origini nere del tango, e dei suoi complessi rapporti con i ritmi e le danze africane e indio-latine. La sua ricerca – tra l’altro – ha sempre voluto evidenziare le forti influenze delle tradizioni e dei ritmi africani, che si sono insinuati nell’America del Sud. Per molti di coloro che hanno assistito allo spettacolo è stato inevitabile lasciarsi trasportare dal ritmo della sua musica del grande artista, soprattutto tra gli appassionati del tango.
Ora potranno dire di aver danzato sulle note di uno degli autori più amati nel panorama musicale del sensuale epassionale tango argentino.