Quantcast
MALTINTI: E' COSI', LUI E' STATO IL PIU DURO DI TUTTI - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

MALTINTI: E’ COSI’, LUI E’ STATO IL PIU DURO DI TUTTI

L’ARCHITETTO EMPOLESE, ASSOLTA MARTEDI, HA PRESENTATO IL SUO LIBRO A PORTO AZZURRO: “FORSE PERIA SI E' PENTITO, MA SAREBBE MEGLIO COMPORTARSI BENE PRIMA. IO? CHIEDERO' GLI ARRETRATI AL COMUNE"

MALTINTI: E' COSI', LUI E' STATO IL PIU DURO DI TUTTI

L’occasione era la presentazione del suo libro, l’altra sera a Porto Azzurro, ma si è trasformata in un momento di riflessione sulla vicenda iniziata con gli arresti del 2004 e conclusasi con le assoluzioni di tutti gli imputati, martedì. Anche perché lei, Sandra Maltinti l’autrice dell’ “Isola che non c’è”, era una di quegli imputati, e il suo libro è dedicato soprattutto al periodo della detenzione. Alla presentazione, curata dal neoassessore portoazzurrese Luca Simoni c’erano fra cui lo stesso sindaco Papi e l’ex sindaco di Rio Marina Elvio Diversi.

Per la prima volta parlava di quella sentenza, che dà un sapore diverso a tutta questa brutta storia. “Un sapore molto più dolce delle solite presentazioni che ho fatto ormai in tutta la Toscana”, ci ha detto la Maltinti. Oggi tutto il mondo ora sa che non era vero niente, che le persone che hanno amministrato Portoferraio fino al 2004 erano persone oneste”.

E domani che cosa accadrà, da domani? “Beh, intanto da domani chiederò che mi venga pagato lo stipendio – ha detto con un sorriso amaro l’architetto – visto che il Comune di Portoferraio da 4 anni mi deve diverse mensilità ed altri emolumenti. Fra l’altro ho appreso con piacere di come il sindaco Peria gioisca con noi della sentenza – ha aggiunto – evidentemente si sarà pentito della brutta deposizione che ha fatto, perché è stato il più cattivo di tutti… Ha fatto insinuazioni, ha parlato di una nuova delibera a suo dire illegittima… poteva farne a meno, di questa cattiveria. Ma evidentemente se ne è pentito, e quindi ne prendo atto”.

“Probabilmente – dice ancora la Maltinti – si sarà pentito anche di averci chiesto 1milione e 600mila euro di danno d’immagine , più altri 400mila euro di danni materiali: si sarà pentito anche di molte altre cose: ma è facile pentirsi dopo, più difficile è comportarsi bene prima”. Ha un pensiero particolare in questo momento? “Si, e non solo in questo momento. Il pensiero è per colui che considero Il Sindaco, con la maiuscola. Giancarlo Ageno è l’unico che ha pagato davvero. E non doveva pagare”.