Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

INAUGURATA LA GRAN GUARDIA DELLA PORTA A MARE

LA MOSTRA E LA RIEVOCAZIONE STORICA DELL’ARRIVO DI PAOLINA BONAPARTE

INAUGURATA LA GRAN GUARDIA DELLA PORTA A MARE

Domenica sera Portoferraio ha festeggiato le sue due anime, quella medicea e quella napoleonica, con un doppio appuntamento di prestigio: l’inaugurazione della gran guardia della porta a mare, ristrutturata grazie al lavoro dell’architetto Elisabetta Coltelli, e l’apertura della mostra di Silvano Campeggi dedicata alla presenza napoleonica all’isola d’Elba, 35 quadri che raffigurano altrettanti personaggi dell’età napoleonica. L’artista, fiorentino di nascita ma elbano di adozione, da tempo pensava ad una mostra su questo tema: “lavorando nel cinema ho fatto tanti film storici, sono rimasto affascinato da Napoleone e visto che sono qui a casa sua, non potevo non fare questa mostra. All’Elba non è tanto ricordato, invece io volevo, con questi disegni, farlo ricordare di più, perché bene o male, quest’uomo ha dato tanto all’isola, anche se voleva scappare. E’ stato un errore per lui andarsene, poteva rimanere qui e divertirsi!”, ha concluso scherzosamente l’artista.

La serata è stata organizzata dal Comune di Portoferraio e dall’azienda di promozione turistica elbana. “E’ un modo per fare capire che all’Elba non c’è solo il turismo balneare – ha affermato il Sindaco Roberto Peria – ma che ci sono progetti diversi e che ci stiamo lavorando”. Soddisfazione da parte di Icilio Disperati direttore dell’Apt: “E’ un evento che sono felice di aver portato a termine. Era importante creare una serata che restasse nella memoria e che fosse una festa sentita da Portoferraio. Siamo soddisfatti della grande partecipazione e credo che siamo sulla strada giusta per far vivere Portoferraio in maniera più vera e più turistica.”

All’evento ha fatto da cornice la rievocazione storica dell’arrivo di Paolina Bonaparte sull’isola, attesa da Napoleone a cavallo e da un seguito di dame e cavalieri. Per l’occasione è stato servito anche un rinfresco a base di aleatico e di dolci tipici dell’età napoleonica.

Al. Fra.