Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

L’ISOLA D’ELBA HA LA SUA “NAZIONALE” DI CANOTTAGGIO

DUE SELEZIONI DEL PALIO REMIERO ISOLANO SONO STATE INVITATE DALLA FEDERAZIONE A PARTECIPARE A UNA GARA INTERNAZIONALE A BOGLIASCO. GIACOMO BIGIO DELLA PADULELLA CAPOVOGA DELLA RAPPRESENTATIVA ITALIANA

L’ISOLA D’ELBA HA LA SUA “NAZIONALE” DI CANOTTAGGIO

Sabato 5 luglio gara internazionale di canottaggio a sedile fisso a Bogliasco sono stati invitati per la prima volta a partecipare insieme a numerosi equipaggi stranieri – olandesi, irlandesi, francesi e svizzeri – anche due equipaggi in rappresentanza dell’Isola d’Elba e del Comitato per il palio remiero elbano.

Sono stati selezionati da Maurizio Lombardi e Elio Lambruschi, che hanno scelto dieci fra i migliori atleti delle società elbane. Sulle due imbarcazioni che rappresenteranno l’Isola d’Elba – fornite per l’occasione dal Circolo Velico di Porto Azzurro andranno: capovoga Riccardo Galullo (Lega Navale), Maurizio Lupi (Club del Mare), Gianni Giulianetti (Barbera), Andrea Miliani (C.V. Porto Azzurro) timoniere Marco Anguillesi (C.V. Porto Azzurro) per la prima barca. La seconda avrà per capovoga Lorenzo Lazzarini (C.V. Porto Azzurro), Roberto Lambardi (Padulella), Gianni Gassinelli (Club del Mare), Davide Priori (Barbera), timoniere Jessica Braschi (C.V.Marciana Marina).

Ma c’è un’altra grossa soddisfazione per il movimento remiero dell’isola: l’elbano Giacomo Bigio della Padulella è stato selezionato dalla Federazione Italiana Canottaggio a sedile fisso come capovoga della barca che rappresenterà i colori italiani nella gara di Bogliasco.