Quantcast
"MARE SICURO", 200 METRI DALLA COSTA ZONA OFF LIMITS - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“MARE SICURO”, 200 METRI DALLA COSTA ZONA OFF LIMITS

SCATTA L'OPERAZIONE DELLA CAPITANERIA DI PORTO: TRE BATTELLI E UNA MOTOVEDETTA (A PIANOSA) PER VIGILARE SUL MARE ELBANO E LA NAUTICA

"MARE SICURO", 200 METRI DALLA COSTA ZONA OFF LIMITS

Nonostante le incertezze meteorologiche degli ultimi giorni, sembra finalmente arrivata l’estate. E in questi giorni è scattata l’operazione “Mare Sicuro” che vedrà gli uomini della Capitaneria di porto impegnati in un’opera di prevenzione degli incidenti in mare, in modo da assicurare il sicuro ed ordinato svolgimento delle attività di balneazione e di turismo nautico che costituiscono una componente essenziale per l’economia turistica elbana.

Il servizio prevede l’impiego di tre battelli pneumatici veloci dislocati presso le postazioni di Marciana Marina, Marina di Campo e Cavo – che, unitamente alla motovedetta 553, che sarà dislocata dal primo di luglio sull’isola di Pianosa -consentiranno un completo monitoraggio dei 147 chilometri di coste elbane.

“Sono tre equipaggi – ha detto il comandante Nerio Busdraghi – che ormai da tempo fanno questa attività svolta anche grazie a una convenzione con i Comuni che provvedono per la parte logistica e che ha dato finora ottimi risultati. Si spera che anche quest’anno, in termini di prevenzione e protezione delle attività che si svolgono lungo la costa, si abbia un buon risultato”

IL VADEMECUM
Sul sito della Guardia costiera, inoltre, è possibile consultare un vademecum, in cinque lingue, contenente informazioni ed alcuni consigli che potrebbero risultare utili a bagnanti e diportisti. Cliccando invece su www.portoferraio.guardiacostiera.it; è invece possibile visitare il sito web della Capitaneria di Porto nel quale potranno essere reperite tutte le notizie utili a livello locale, come l’Ordinanza di sicurezza Balneare, che fissa le regole di comportamento per quanto attiene la sicurezza della balneazione e le attività nautico-diportistiche riguardanti il territorio elbano.

LA BALNEAZIONE
Fra le regole più importanti è bene ricordare che la fascia dei 200 metri dalle spiagge e 100 dalle scogliere e dalle coste a picco è riservata ai bagnanti. In questa fascia di mare è consentita soltanto la balneazione con divieto di ogni altra attività. Oltre la fascia dei 200 metri esiste un ulteriore spazio di 50 metri interdetto alla navigazione ed alla balneazione. Tali zone devono essere segnalate dai concessionari con gavitelli di colore rosso. L’assenza di tali segnalazioni nelle spiagge libere dovrà essere pubblicizzata con apposita cartellonistica a cura dei Comuni rivieraschi. L’orario di balneazione e servizio di salvataggio è compreso tra le ore 9 e le 19. Durante tale orario i concessioni ed i gestori di strutture balneari hanno l’obbligo di fornire un servizio di salvamento assicurato da personale munito di apposito brevetto.

LA PESCA
Limiti ed attrezzi consentiti per la pesca sportiva: il pescatore sportivo non può catturare giornalmente pesci, molluschi e crostacei in quantità superiore ai 5 Kg complessivi, salvo il caso di pesce singolo di peso superiore. Non è comunque consentita la cattura di più di un esemplare di cernia e non è consentito l’uso di parangali per la pesca del pesce spada. In questi casi La sanzione è di tipo amministrativo e va da un minimo di 1000 ad un massimo di 6000 euro. È assolutamente vietata la commercializzazione del prodotto della pesca sportiva e, in questo caso, la sanzione in caso di violazioni è di tipo amministrativo e va da un minimo di 2000 ad un massimo di 6000 euro. Tutte le regole sul sito della Capitaneria.