Quantcast
UN ORCHESTRA DI PICCOLI JAZZISTI ALL'ELBA FESTIVAL - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

UN ORCHESTRA DI PICCOLI JAZZISTI ALL’ELBA FESTIVAL

L'IDEA DELLA ELBA JAZZ KIDS ORCHESTRA, LA PRIMA FORMAZIONE UNDER 14

UN ORCHESTRA DI PICCOLI JAZZISTI ALL'ELBA FESTIVAL

Elba Jazz Festival, rassegna musicale che si svolge a Marciana Marina, dal 2008 promuove la formazione musicale dei bambini con Elba Jazz for Kids, 10 giorni di vacanza studio per 45 piccoli membri della Elba Jazz Kids Orchestra, la prima big band composta da bambini dai 6 ai 14 anni.

Il progetto, in collaborazione con il Comune di Marciana Marina, è curato per Elba Jazz dall’associazione milanese E’ musica nuova, diretta da Elisabetta Broggi con incarico di direzione artistica, mentre la direzione d’orchestra è affidata a Federica Mapelli. Tra il 27 agosto e il 5 settembre 45 bambini verranno ospitati a Maciana Marina, il più grazioso comune dell’Isola d’Elba, per una vacanza/studio che li farà apprendere, divertire e crescere. Il progetto intende introdurre e formare al jazz bambini in giovanissima età (fin dai 6 anni) attraverso una didattica inedita in Italia e utilizzando partiture originali create apposta per Elba Jazz for Kids. Partner dell’iniziativa sarà la Osj (Orchestra Sinfonica Junior) progetto del Maestro Ruben Jais, organico legato all’Orchestra Sinfonica di Milano “G.Verdi” .

Le partiture sono state composte in esclusiva dal maestro Antonio Eros Negri (vedi allegato) ed elaborate dai Maestri Daniele Rampi e Paolo Guarneri. Tutti i brani sono stati tarati sulle reali capacità tecniche di un’Orchestra di bambini. Il repertorio affronta un percorso che dal Ragtime e dal Blues originario approda allo Swing, attraverso l’esperienza del Dixieland, brani che i piccoli musicisti hanno appreso già durante l’anno scolastico in corso.

La vacanza studio terminerà in due serate di grande musica, il 4 e 5 settembre, sul palco di Elba Jazz che sancirà ufficialmente la nascita dell’Elba Jazz Kids Orchestra. La prima serata è dedicata alle forme del jazz delle origini (il blues, il ragtime e il dixieland), la seconda è incentrata su elaborazioni originali della musica di alcuni grandi compositori attivi dal 1920 fino agli anni ’60 (George Gershwin, Scott Joplin, Christopher Handy, Duke Ellington).

L’importanza del progetto è dato dalla sua unicità: va infatti a colmare una lacuna nella formazione musicale dei bambini, che in nessun altro ambito entrano in contatto con il linguaggio del jazz per l’assenza di un repertorio pensato appositamente per le loro capacità strumentali. I concerti del 4 e 5 settembre saranno il punto di partenza per ulteriori progetti che intendono fare di Elba Jazz un festival pioniere di programmazioni e proposte esclusive a livello nazionale.

“La formazione musicale dei bambini – dice il patron di Elba Jazz Festival, Paolo Boggi – deve trasformarsi in un bagaglio di esperienze valide per la loro vita e crescita. Perciò l’amore per la musica deve nascere dalle loro stesse esigenze: la semplicità del linguaggio, la creatività, l’improvvisazione, l’emozione”.