LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“E’ INCONCEPIBILE IL CASO DEI CONTRIBUTI AI CIRCOLI”

CARMANI: "I FONDI NON SONO UN DIRITTO ACQUISITO, MA UNA SCELTA DISCREZIONALE. L'OPPOSIZIONE HA STRUMENTALIZZATO LA VICENDA. QUEL CLUB HA USUFRUITO DI 17MILA EURO, NON C'E' NESSUNA DISCRIMINAZIONE"

"E' INCONCEPIBILE IL CASO DEI CONTRIBUTI AI CIRCOLI"

“I contributi alle associazioni non sono un diritto acquisito, ma una scelta dell’amministrazione”. E’ l’assessore capoliverese al Bilancio, Gianluca Carmani, che risponde al caso sollevato dall’opposizione: un circolo sportivo escluso per una vertenza del presidente con il Comune.

“Il comportamento e le scelte della giunta – dice l’assessore – rispettano le regole vigenti e i fabbisogni dei richiedenti. A discrezione della giunta comunale, le scelte di erogazione dei contributi vengono eseguite in base anche ad una rotazione della spesa fra molteplici soggetti”.

“Non è concepibile – ribatte Carmani – che si strumentalizzi il contributo verso una associazione sportiva che ha percepito in tre anni di esercizio ben 17mila euro, di cui 7mila nel 2003 per acquisto di barche e 5mila nel 2004 sempre per acquisto barche ed attrezzature varie e altri 5mila nel 2006. Quante associazioni ci sono sul territorio? E quelle che non hanno percepito niente? Ne facciamo un caso politico? Non credo che la mancata inserzione del Circolo velico nel piano annuale dei contributi possa dare adito ad una polemica sulla stampa”.

“Voglio ricordare – aggiunge Carmani – che non sempre l’elargizione di somme di denaro da parte del Comune è da considerarsi un diritto acquisito. Ci sono anche altri soggetti che hanno bisogno di un sostegno da parte dell’Amministrazione comunale. Per questa Amministrazione non esistono bianchi o neri, buoni o cattivi, come scrive Della Lucia, è per questo che i contributi comunali vengono elargiti a rotazione. Mi meraviglio e mi pare inconsueto che Della Lucia, ex assessore, oggi capogruppo dell’opposizione dichiari un atto illegittimo, sostituendosi agli organismi competenti”.