Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

ELISOCCORSO: TROPPA POLVERE, CI VUOLE IL PRATO

SOPRALLUOGO SULLA NUOVA PIAZZOLA DIETRO AL "CARBURO". OK DEFINITIVO DELL’ENAC, MA CON L'ESTATE C'E' UN PROBLEMA DI VISIBILITA' E SICUREZZA. RICOGNIZIONI AEREE ANCHE PER L'ELIPORTO SUL TETTO DELL'OSPEDALE

ELISOCCORSO: TROPPA POLVERE, CI VUOLE IL PRATO

Polvere, troppa polvere sulla pista di elisoccorso. Qualcuno lo aveva notato subito, fin dal giorno del collaudo della nuova pista, dietro lo stadio del Carburo. Ora si sta cercando di correre ai ripari, per evitare problemi alla sicurezza degli atterraggi.

“Con l’arrivo della stagione estiva – ha confermato il comandate Miarelli, gestore degli eliporti dell’Arcipelago Toscano – durante le manovre di atterraggio e decollo si alza troppa polvere. Stiamo studiando come poter mettere un prato intorno all’eliporto, per evitare il problema. L’intervento – ha concluso il comandante – verrà realizzato nel corso dei prossimi giorni”.

Il nuovo sopralluogo dei tecnici dell’elisoccorso -venerdì scorso – è servito anche a portare avanti il progetto definitivo, quello della piazzola sul tetto dell’ospedale, che va avanti. E’ stata eseguita una ricognizione aerea, seguita da un’apposita commissione tecnica. Pegaso 2, l’elicottero del soccorso aereo di stanza a Grosseto, ha sorvolato più volte il tetto dell’edificio per verificare possibili difficoltà nelle manovre di avvicinamento a quella che sarà la nuova elisuperficie. Alla verifica hanno assistito anche tecnici dell’Enac, l’Ente nazionale per l’Aviazione civile. Durante l’ispezione non sarebbero emersi particolari problemi.

An. Mae.