LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“IL CANTIERE D’ARTE, L’OASI DEGLI DEI” A SANT’ANDREA

"GLI AMICI DI VERDURA" CREANO SCULTURE DA POSARE IN FONDO AL MARE

"IL CANTIERE D'ARTE, L'OASI DEGLI DEI" A SANT'ANDREA

Passando in auto sulla provinciale all’altezza di Sant’Andrea ci si trova di fronte un’enorme lastra di marmo con la scritta “Cantiere d’arte: L’oasi degli Dei”. Dentro c’è un anfiteatro naturale:è una ex cava Eurit.

Enormi massi di marmo di Carrara, considerato tra i più pregiati al mondo per l’arte della scultura che dà forma ad un oggetto partendo dal materiale grezzo. In questo caso il grezzo è arrivato dalle Alpi Apuane su quattro bilici due settimane fa.

E’ in questa ambientazione iniziano a prendere forma le sculture che “gli amici di Giorgio Verdura” stanno realizzando lavorando tutti i giorni per rispettare la scadenza del 23 maggio. Sono arrivati da Francia, Germania, Equador e varie città italiane: non è la prima volta che vengono invitati all’Elba, molti di loro hanno già partecipato ai tre simposi organizzati dell’associazione culturale “il Maceo” di Marciana. Un’incontro d’arte organizzato e voluto fortemente da Giorgio Verdura, scultore, oltre che subacqueo. Da qui la sua idea di posizionare le sculture, una volta terminate, in fondo al mare davanti a Patresi, per farle parte integrante di un percorso ideale nei fondali marini, per gli amanti della subacquea e dello snorkeling.