Quantcast
AUDACE, CHE ANNATA DA INCORNICIARE: LA FESTA - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

AUDACE, CHE ANNATA DA INCORNICIARE: LA FESTA

IL PARI CASALINGO CON LO SCARLINO NON HA ROVINATO I FESTEGGIAMENTI PER I DUE CAMPIONATI VINTI E I CENTO ANNI DI VITA DELLA SOCIETA'

AUDACE, CHE ANNATA DA INCORNICIARE: LA FESTA

Un grande anno sotto tutti i punti di vista per l’Audace, quello del centenario che è stato festeggiato ieri pomeriggio allo stadio Antonio Lupi. La formazione degli juniores e quella della prima squadra hanno entrambe vinto il campionato.

Domenica i festeggiamenti sono iniziati presto, con la sfilata del settore giovanile e un mini torneo per i più piccoli. A seguire si è svolta la gara di campionato di seconda categoria contro lo Scarlino. I ragazzi dell’Audace hanno cercato fino all’ultimo una vittoria che fosse la coronazione della giornata di festa, infatti dopo pochissimi minuti dal calcio di inizio, sono arrivati due gol, uno di Badia, l’altro di Allori. Due rigori allo Scarlino che, dopo aver sbagliato il primo ha mandato in rete il secondo. Nel secondo tempo, un’altra rete dello Scarlino ha chiuso la partita. L’amaro in bocca lasciato dal pareggio, però, è stato lavato via dai primi brindisi e la festa è proseguita senza intoppi. C’erano bibite, polpo e panini con la salsiccia per tutti, e il pomeriggio è stato accompagnato dalla musica dal vivo. Tanti i cantanti che si sono avvicendati sul palco: Jessica Gentini accompagnata dai Five For Jess, Mario Casini e gli Sugar boys, Cristina Cioni, gli Sciroccati, Giovanni Lavornia e la Meco Gang che ha eseguito, accompagnata dai ragazzi della prima squadra, il nuovo inno dell’Audace. A fine serata, il presidente della società Graziano Balestrini è salito sul palco per i ringraziamenti e per premiare gli allenatori della squadra Juniores e della prima squadra.

Al.Fra.