LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

SAN GIOVANNI, PRESTO UN INCONTRO SULLA GESTIONE

LA GIUNTA RISPONDE ALLE CRITICHE: "NESSUNA APPROSSIMAZIONE"

SAN GIOVANNI, PRESTO UN INCONTRO SULLA GESTIONE

Riccardo Nurra ha criticato l’amministrazione comunale per la “gestione ‘approssimativa” della pista di atletica di San Giovanni. Sulla mancata concertazione fra i Comuni è intervenuto inoltre, proprio ieri, l’ax assessore allo Sport di Rio Marina, Marcello Todella. La giunta di Portoferraio risponde così:

“Sulla nuova pista di atletica di San Giovanni non è vero che i Comuni litigano, e non è vero che il Comune di Portoferraio pretende la gestione. Portoferraio, infatti, non intende accaparrarsi alcunché. Infatti, il protocollo del 2003, sottoscritto da tutti i Comuni elbani così recita all’art. 5:
“Al termine dell’opera l’impianto rimarrà di proprietà del Comune di Portoferraio che con il presente atto si obbliga a metterlo a disposizione delle altre amministrazioni comunali con le modalità che dovranno essere in seguito concordate. Le spese di gestione dell’impianto saranno suddivise tra i Comuni in proporzione agli abitanti così come risultano dall’ultimo censimento al 31.12.2001”.

E certamente impensabile tenere chiuso l’impianto se i Comuni non si accordano.
In passato, si sono avuti incontri con i Comuni elbani (non sempre presenti tutti contemporaneamente), convocati dalla Comunità Montana per parlare della gestione della allora costruendo pista. In quelle occasioni il punto di riferimento fu l’accordo di cui sopra, che prevede per i Comuni oltre alla fruizione della pista anche la compartecipazione alla gestione.

Dai Comuni fu espressa in qualche caso sorpresa e in altri perplessità, in particolare sulla partecipazione economica e sulla forma di gestione, tenendo conto anche della coesistenza di un’altra disciplina, il rugby (almeno fino a quando il Comune di Portoferraio non riuscirà a prevedere un’alternativa adeguata per la pratica di quest’ultimo sport).

Il Comune di Portoferraio ha sostenuto di poter proporre un’ipotesi di gestione con le strutture a sua disposizione a cui si sarebbe accompagnata una proposta finanziaria. Gli altri Comuni hanno dichiarato disponibilità ad ascoltare non nascondendo comunque dubbi sulla fattibilità.

Intanto i lavori sono finiti; la Comunità Montana ha tenuto la pista fino al collaudo; poi l’ha consegnata al Comune di Portoferraio il giorno dell’inaugurazione.
A questo punto, in attesa di soluzioni, la giunta di Portoferraio, ha ritenuto di non lasciare chiuso l’impianto. Ha individuato una forma provvisoria per permetterne l’utilizzazione, considerate anche le sollecitazioni provenienti dalle società sportive, dalle scuole e dai singoli.
Comunque sia, al di là delle forme di gestione (in linea con il protocollo), ad oggi il complesso di San Giovanni rientra nel contratto di affidamento alla società Cosimo de’Medici, che quindi ha titolo per gestirlo. E quest’ultima, nel frattempo e con il consenso del Comune, ha instaurato una collaborazione con i volontari di una società di atletica. Inoltre, per sabato prossimo i Comuni elbani sono invitati ad una riunione per tentare di definire l’intera questione”.