LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

MOBY, SINDACATI: “GARANZIE ANCHE SULL’OCCUPAZIONE”

IL GIORNO DOPO L'ACCORDO CGIL, CISL E UIL CHIEDONO RASSICURAZIONI, TRANQUILLO IL PERSONALE: “FIDUCIA NELLE ISTITUZIONI E NELL’AZIENDA”

MOBY, SINDACATI: "GARANZIE ANCHE SULL'OCCUPAZIONE"

Moby resta all’Elba, ma c’è la certezza che non ci saranno licenziamenti? La presa di posizione dei sindacati smorza un po’ la soddisfazione del giorno dopo la firma del protocollo d’intesa di Livorno, che ha messo nero su bianco l’impegno della “Balena Blu” a riconsiderare la decisione di trasferire a Milano la propria sede mantenendola a Portoferraio.

“Prendiamo atto – dice una nota congiunta di Filt – Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – del verbale di intesa siglato a Palazzo Granducale, che rappresenta un impegno istituzionale per il mantenimento e lo sviluppo occupazionale. Ribadita l’importanza dell’incontro di lunedì, prendiamo atto anche – dicono ancora i sindacati – del fatto che le parti firmatarie del protocollo hanno convenuto sulla necessità di attivarsi immediatamente per un tavolo di confronto con i sindacati. Chiediamo che questo confronto avvenga al più presto – conclude il documento – per capire meglio lo stato delle cose e concorrere in maniera attiva al ‘progetto Elba’, più volte richiamato nel protocollo di intesa di lunedì e condiviso nel 2004 nella piattaforma unitaria per lo sviluppo del territorio”.

Intanto, fra il personale della storica sede di Portoferraio, l’atmosfera è di assoluta tranquillità. “La firma del protocollo d’intesa – ci ha detto uno di loro, che era presente in prima fila nella manifestazione dello scorso gennaio – aumenta la nostra fiducia nelle istituzioni ma soprattutto nella compagnia. Qualsiasi forma di allarmismo, non ci appartiene, siamo fiduciosi sulle intenzioni della azienda”.

tenews