Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

LA LEGGE SUI PICCOLI COMUNI NEI PRIMI CENTO GIORNI

di Federico MAZZEI (coordinatore elbano del Partito democratico)

LA LEGGE SUI PICCOLI COMUNI NEI PRIMI CENTO GIORNI

La Sinistra Arcobaleno, per bocca del suo coordinatore elbano e del suo portavoce, mi ha definito sulla stampa un “….. emule locale apprendista stregone… che all’improvviso ….scopre la politica…..”.

A loro ho deciso di non replicare perché la risposta a questo tipo di politica bassa e personalistica la daranno gli elettori il 13 e 14 aprile. Il Partito democratico vuole e crede in una politica seria basata su programmi e contenuti credibili per poter cambiare il Paese e la nostra Isola. Al di là delle lezioni di matematica e degli attacchi personali, segno lampante di qualche nervosismo interno, quello che ci preme dire è perché i cittadini elbani possono votare per il Partito democratico.

È opportuno votare il Pd perché il Pd è il partito dell’innovazione. Presenta un candidato premier diverso e soprattutto credibile, affiancato da molti candidati al Parlamento nuovi alla politica (il 42% dei candidati sono donne, 140 candidati sono sotto i 40 anni). Il programma del nostro Partito supera le solite ricette e le consuete promesse e propone per l’Italia: uno shock di innovazione, puntando sul merito, sui giovani e sulle donne in maniera seria e credibile. Una delle priorità del Pd è quella di far approvare, già all’inizio della prossima legislatura, una legge per la tutela e la valorizzazione dei piccoli comuni, che ha come primo firmatario Ermete Realacci.

Il Partito democratico è convinto come per l’Italia sia fondamentale valorizzare al meglio questo patrimonio di storia, bellezza, identità, coesione sociale legato ai territori, ed è per questo che ha messo l’approvazione definitiva di questa legge tra le priorità dei primi 100 giorni della nuova legislatura. E’ palese quanto questo sia importante per la nostra isola.