LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

PERIA: “E’ L’UNICA STRADA, QUANTE POLEMICHE INUTILI”

IL SINDACO RISPONDE AL SUO PREDECESSORE E A LANERA (AN): "CHE STRANA CITTA', SI CRITICA CONTINUAMENTE SU TUTTO, QUANDO CERCA DI CAMBIARE QUALCOSA. IN 20 ANNI SI E' FATTO POCHISSIMO, E SIAMO RIMASTI INDIETRO"

PERIA: "E' L'UNICA STRADA, QUANTE POLEMICHE INUTILI"

“Non c’era alternativa allo spostamento delle vedette, non si può spostare tutto al Cantierino”, il sindaco di Portoferraio vuole replicare alle critiche per lo spostamento delle vedette delle forze dell’ordine e i parcheggi riservati, e – come già per la Gattaia – stigmatizza anche l’atteggiamento del “no a tutto”, e il “partito del no a prescidere”.

L’operazione delle vedette non aveva alternative, secondo lui: “Siamo tutti d’accordo sul fatto che all’inizio della Calata non ci vanno le vedette ma i maxi yacht (non cinque barche, come minimo dieci, forse di più). Siamo d’accordo che avere queste barche in più è una ricchezza per la citta? Allora le vedette vanno spostate? Noi abbiamo detto ‘alla Linguella’, con l’Autorità portuale e con i comandanti delle forze dell’ordine, per un’ipotesi che ci è parsa l’unica praticabile”.

“Non le avrebbero spostate in nessun altro posto – sostiene Peria – quindi è inutile fare tanti discorsi. L’Autorità portuale ha investito 50mila euro circa perché ha capito che la Linguella è un luogo delicato e va fatto un porto vedette che fosse a nullo impatto ambientale e che fosse adatto da un punto di vista estetico. E’ un’opera di grande qualità e bisogna ringraziare l’autorità portuale. C’è chi dice (Fratini, Lanera) che le vedette dovrebbero andare nella zona del Cantierino; io vorrei capire quante cose dobbiamo mandare nel cantiere, perché ci devono andare i pescherecci che è un progetto altrettanto importante finanziato dall’autorità portuale. Bisogna essere grati all’autorità portuale per aver recepito le indicazioni del Comune. Quella del Cantierino è un’ipotesi impraticabile”.

La replica per Fratini e Lanera è servita: “Questa città è strana perché si fanno delle polemiche continue su tutto, soprattutto quando si vogliono cambiare le cose, e questo è un errore. Negli ultimi vent’anni la città è cambiata pochissimo, perché siamo rimasti indietro rispetto agli altri. Bisogna avere il coraggio di cambiare e di non accendere continuamente delle polemiche quando l’amministrazione fa dei tentativi per cambiare questa città”.