Quantcast
PD: "ATTACCHI INGIUSTIFICATI AI NOSTRI DIRIGENTI" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

PD: “ATTACCHI INGIUSTIFICATI AI NOSTRI DIRIGENTI”

LAMBERTO MAZZEI: “SPERIAMO COMUNQUE CHE LE POLEMICHE FINISCANO”

PD: "ATTACCHI INGIUSTIFICATI AI NOSTRI DIRIGENTI"

Sono passati ormai diversi giorni, ma si continua a parlare ancora dell’ultimo consiglio comunale di Marciana Marina, quando la minoranza ha abbandonato la sala. Riceviamo e pubblichiamo un altro intervento del Pd marinese sulla questione:

Avevamo evidenziato la delusione che ha causato l’abbandono dell’aula consiliare da parte della minoranza nella seduta del Consiglio comunale del 27 marzo, definendolo un episodio su cui riflettere .

Si esprimeva il nostro rammarico per la mancanza di una forma di confronto leale e rispettoso tra i componenti delle due parti del Consiglio, vista la disponibilità alla collaborazione offerta a suo tempo dal sindaco al momento del suo insediamento. Ci eravamo rammaricati del fatto che dopo quattro mesi si convocasse un consiglio Comunale per approvare un bilancio e che nello stesso fossero portati altri punti all’ordine del giorno e non le interpellanze che nei mesi aveva presentato la minoranza consigliare. Concludevamo con la speranza che in futuro ci fosse una ripresa del dialogo e del confronto democratico fra le due componenti del Consiglio comunale nell’interesse di tutta la comunità.

Detto questo apprendiamo dalla stampa locale che il sindaco Ciumei attacca personalmente la nostra rappresentante in Consiglio, il segretario di sezione e addirittura il nostro coordinatore elbano Federico Mazzei (definendolo “presidente” del Pd). Questo attacco avviene quando il sindaco tratta gli argomenti del consiglio riguardanti le modifiche al Regolamento edilizio e il Regolamento sull’ornato che il segretario di sezione e il coordinatore elbano avevano contribuito ad osservare e migliorare tramite le proprie associazioni professionali di categoria e con tutti i tecnici locali diversi mesi fa (quando entrambi non coprivano nessuna carica politica).

Ci chiediamo cosa c’entri li regolamento edilizio e quello dell’ornato, fare nomi cognomi con le rispettive cariche professionali e personali (tirare in ballo addirittura le associazioni professionali di categoria elbane) ricoperte dagli stessi, quando il nostro intervento riguardava solamente il metodo procedurale del Consiglio comunale adottato dalla maggioranza che ha leso i diritti di una minoranza, non entrando assolutamente nel merito dei singoli punti portati all’ordine del giorno del Consiglio.

Affermiamo inoltre che a riguardo delle piccole modifiche al regolamento edilizio e all’approvazione del regolamento sull’ornato il Pd marinese non ha nulla da eccepire. Noi non crediamo che sia, come afferma il sindaco, una questione di regolamenti, ma che la maggioranza abbia perso una seria opportunità politica per un sereno confronto con la minoranza. Inoltre rimandiamo decisamente al mittente l’accusa del sindaco della “consuetudine” da parte nostra alle denunce. Il Pd marinese comunque spera che finiscano tali sterili polemiche e si ricrei un dialogo e un rapporto costruttivo (politico e non personale) tra maggioranza e minoranza che vada nell’interesse del paese.