Quantcast
CABINA DI REGIA PER FARE "GOAL" COL "PROGETTO ELBA" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

CABINA DI REGIA PER FARE “GOAL” COL “PROGETTO ELBA”

ISTITUZIONI E CATEGORIE AL LAVORO INSIEME PER LE EMERGENZE DELL'ISOLA. DECISO UN COMITATO RISTRETTO CON PERIA, ALESSI, BRIANO, CIUMEI, SINDACATI E ASSOCIAZIONI. PRIORITA' RIFIUTI E TRASPORTI

CABINA DI REGIA PER FARE "GOAL" COL "PROGETTO ELBA"

Rifiuti, trasporti, servizi, ambiente. Il “Progetto Elba” vorrebbe arrestare il declino dell’isola mettendo insieme le istituzioni e le categorie intorno a un progetto di rilancio. E’ sulla base della promessa di un nuovo “progetto Elba”, per dire, che Moby ha deciso di soprassedere ai suoi piani di trasferimento invernale. E ora il progetto Elba ha una sua “cabina di comando” con enti e categorie.

Oggi si sono incontrati per la prima volta i protagonisti di questo tavolo. Al gran completo le associazioni, che hanno chiuso così la frattura procurata con la clamorosa assenza al summit su trasporti e fanghi: Albergatori, Cna, Confesercenti, Confcommercio, Faita, Confagricoltori, Confindustria. Presenti anche i sindacati. “Sembra di essere tornati indietro di 15 anni – ha detto Giuseppe Bartoletti della Cgil – partecipai a una riunione simile, e gli argomenti erano gli stessi”.

Poi le istituzioni: l’Ancim con la presidente – e sindaco di Rio Elba – Catalina Schezzini, il Parco, con la vicepresidente Milena Briano, la Comunità Montana col presidente Danilo Alessi, i sindaci Peria per Portoferraio e Logi per Marciana Marina, Sauro Rocchi per Campo nell’Elba. Assenti però ben quattro comuni su otto: Porto Azzurro, Capoliveri, Marciana Marina e Rio Marina. E la cosa ha suscitato la prima polemica: “E’ incredibile – ha detto Antonio Bomboi, presidente della Cna elbana – che neanche in un’occasione come questa sia possibile mettere al tavolino tutti i sindaci elbani”.

Le previsioni sulla stagione turistica che sta per cominciare sono preoccupanti, i costi dei trasporti marittimi continuano a salire. Problemi prioritari sono il decoro delle strade e i rifiuti. Ed ecco nascere dunque il Goal, una sigla che è tutta un programma: l’acronimo sta per Gruppo operativo di Azione locale, e sarà formato da sette membri: due per le associazioni di categoria, uno per i sindacati, e poi lo stesso Alessi per la Comunità Montana, Peria per i sindaci, Milena Briano per il Parco nazionale e Andrea Ciumei – sindaco di Marciana Marina – in rappresentanza dell’Ancim, e a garantire anche il centrodestra.

Ad anticipare l’agenda della prossima riunione – venerdì 4 aprile – lo stesso Peria, che sembra ottimista sull’utilità di questo sistema di governo dell’Elba: “Mettere insieme tessuto economico, produttivo ed istituzioni semplificando un quadro che vedrebbe la partecipazione di oltre venti soggetti in un gruppo ristretto di sette persone che lavorano con decisione per questo territorio, è un risultato molto importante. Dobbiamo immediatamente fare un lavoro sulla stagione turistica 2008 e sulle emergenze quindi che devono essere gestite nei prossimi due tre mesi”.

“Più che di emergenze però – aggiunge Peria – forse sarebbe più giusto parlare di necessità: garantire cioè una stagione turistica in cui ci sono progetti, eventi e decoro delle nostre città, e si comincia ad immaginare un meccanismo di gestione di servizi diverso e migliore. Questo bisogna farlo tutti assieme. Dobbiamo poi lavorare sui grandi assetti strategici. Dobbiamo però prima far si che la stagione 2008 non sia negativa o peggio come qualcuno teme disastrosa per le imprese, questo perché altrimenti non riusciamo più ad alzare la testa”.