LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

MOLTE TASSE, E SCARSO RISPETTO PER IL CONSIGLIO

di Alberto DE FUSCO (capogruppo della Lista civica per Marciana Marina)

MOLTE TASSE, E SCARSO RISPETTO PER IL CONSIGLIO

A Marciana Marina viene convocato un Consiglio Comunale a Natale e uno Pasqua. Nell’arco di quattro mesi diecine di mozioni, interpellanze e interrogazioni si accumulano al protocollo senza essere discusse. E quando dopo quattro mesi finalmente il Consiglio si riunisce vengono messi all’ordine del giorno solo punti proposti dalla giunta e dalla maggioranza.

Il sindaco svolge con molto profitto le sue funzioni di parte quale presidente della giunta e componente del gruppo di maggioranza, ma trascura i suoi doveri super-partes di presidente dell’assemblea.

Per questa ragione ci siamo limitati, questa mattina, a discutere l’approvazione del bilancio e per protesta abbiamo abbandonato l’assemblea quando sono stati discussi gli altri punti. Non ci piace la lamentazione ma denunciamo con forza la violazione delle regole di un corretto confronto democratico e sottolineiamo il fatto che le promesse di un rapporto di collaborazione così sbandierate dal sindaco al momento del suo insediamento sono state dimenticate dopo pochi mesi.

Abbiamo votato contro un bilancio di previsione scritto negli uffici comunali, senza alcun confronto con i gruppi consiliari e con le forze politiche e sociali, con i cittadini. Un bilancio che aumenta pesantemente le tasse, da quella sui rifiuti solidi urbani all’addizionale Irpef, accompagnato da uno striminzito piano triennale delle opere pubbliche che si limita a piccoli interventi e non contiene idee forti per lo sviluppo del paese. Ci è dispiaciuto non discutere gli altri punti all’ordine del giorno, ma di questi argomenti avremo occasione di parlare ampiamente quando, prima o poi, verranno portate in discussione le nostre interpellanze.