Quantcast
Lettere: IL PD E LE API GIROTONDINE, CATTIVO PRESAGIO - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Lettere: IL PD E LE API GIROTONDINE, CATTIVO PRESAGIO

"GLI EX PCI SCOPRONO IL VALORE DELL'AUTONOMIA, MEGLIO TARDI CHE MAI"

Lettere: IL PD E LE API GIROTONDINE, CATTIVO PRESAGIO

Quale può essere il significato della presenza delle api elbane nel simbolo del Partito Democratico dell’Elba? E’ lecito chiederselo, come è lecito chiedersi perché sono api che fanno un girotondo. Per quanto riguarda l’uso delle api è chiaro che si tratta di un “appello patriottico”. Ma essendo le api il simbolo di tutti gli elbani il suo utilizzo da parte di un solo partito si configura come un “reato” di appropriazione indebita; oltre che di “plagio”, visto che il simbolo era già stato utilizzato dal Movimento Autonomista Antiparco E, in quel caso, nessuno notò la scorrettezza perché dietro il movimento vi era la quasi totalità degli elbani.

Adesso, dunque, i vecchi dirigenti pci/pds ed ex sindaci e presidenti di enti come Coluccia e Marchetti riscoprono il valore delle autonomie locali (le api nel simbolo non sono a caso), e lo fanno dopo essersi battuti per l’istituzione del parco che le umilia togliendo loro ogni potere. E’ una buona notizia, ma intanto, per colpa loro, metà dell’isola è stata regalata agli intrallazzatori politici romani e l’intera isola è oggetto di pressioni ambientaliste che mirano alla sua decrescita economica.

Il lato positivo di queste nuove posizioni politiche è che è sempre meglio capire tardi che non capire mai. Il negativo è che, spesso, chi capisce in ritardo si ostina a voler fare politica creando danni ai cittadini. Comunque, siamo un paese cattolico portato al perdono e accogliamo con speranza questo ravvedimento. Certo le api, si sa, vanno maneggiate con cura; non stanno mai ferme e quindi, se si vogliono utilizzare come simbolo, occorre dare loro il movimento giusto. Sbagliarlo potrebbe addirittura portare male. Ne sanno qualcosa coloro che ebbero la malaugurata idea di fare la famosa gita a Montecarlo. Si presentarono con una bandiera con le tre api, ma il movimento era sbagliato: le api invece di volare verso il cielo volavano in picchiata verso terra. La premonizione fu ignorata e poco ci mancò che li arrestassero tutti.

Ma se la picchiata verso terra porta al disastro il girotondo non porta da nessuna parte, come non andavano da nessun arte gli sfaccendati girotondini a cui il simbolo fa riferimento. Quella delle api, insomma, rimane una scelta problematica anche per un’altra ragione: da studi recenti sarebbero in estinzione. Un simbolo, quindi, non adatto ad un partito proiettato verso il futuro. Meglio lasciarle agli elbani, anche loro, purtroppo, votati ad una lenta ma inesorabile estinzione. A meno che non corriamo tutti ai ripari finché siamo in tempo, incominciando dalla selezione della classe politica.

Elba 2000