Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

GARA PER IL CENTRO POLIFUNZIONALE DI CAPOLIVERI

IL TERMINE PER LE DOMANDE SCADE IL 28 SETTEMBRE, I LAVORI PARTIRANNO ENTRO LA FINE DEL 2007, L'IMPORTO SUPERA IL MILIONE E 700MILA EURO

GARA PER IL CENTRO POLIFUNZIONALE DI CAPOLIVERI

E’ pubblicato sul sito web del Comune (www.elba-capoliveri.net) il bando di gara per la realizzazione del centro polifunzionale, i cui termini di presentazione delle offerte scadono il 28 settembre. L’importo a base d’asta ammonta a 1 milione e 700 mila. I tempi calcolati per la realizzazione dell’opera sono 480 giorni di lavoro. L’inizio del cantiere è prevista per la fine del 2007.
Le ditte interessate potranno richiedere i documenti necessari per la partecipazione presso l’Ufficio Lavori Pubblici del Comune di Capoliveri dal lunedì al venerdì.
La progettazione dell’opera pubblica e’ stata redatta da un’atp (un’associazione temporanea di professionisti), composta dall’architetto Luca Frappi, dall’ingegner Federico Frappi e dal geologo Dini.

LA DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO
Il fabbricato nasce per un preciso intento della Pubblica Amministrazione di creare un polo di servizi per la cittadinanza facilmente accessibile.
La superficie utile sarà di mq. 1074,10 disposti su quattro livelli del corpo di fabbrica, che comprendono: nel piano interrato, un parcheggio per i mezzi pubblici (vigili urbani, pubblica assistenza, protezione civile), l’archivio comunale e la sala prove per la banda; al piano terra, la Polizia Municipale e la Protezione Civile; al piano primo, la Pubblica Assistenza ed il centro sanitario; al piano secondo, la sede della “Caput Liberum”, la biblioteca comunale dotata di sala ritiro libri, una sala per computer, l’Archivio Storico e la sala lettura.
La copertura del piano interrato è caratterizzata da un tetto-giardino e nelle aree limitrofe sono state inserite essenze autoctone. Oltre ad un grande lucernario interno, l’intervento si contraddistingue per la realizzazione di una facciata ventilata, importante anche ai fini dell’efficienza energetica dell’immobile, ottenuta attraverso l’impiego di un rivestimento in lamelle di cotto, utilizzate inoltre come elementi frangisole. L’uso razionale di energia e il contenimento dei consumi sono favoriti da soluzioni tecnologiche finalizzate al risparmio energetico. In questo contesto, gli obiettivi di riduzione dei consumi di energia primaria saranno raggiunti con i seguenti accorgimenti: limitazione delle dispersioni termiche attraverso l’uso ottimale di materiali e componenti per raggiungere adeguati livelli di isolamento termico, inerzia termica dell’involucro dell’edificio, controllo delle radiazioni solari incidenti sulle superfici trasparenti, efficienza energetica degli impianti di climatizzazione e produzione di acqua calda sanitaria con pompa di calore a gas.