Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“QUELLA SUL TRAFFICO ORAMAI E’ UNA SIT-COMEDY”

di Simone MELONI (consigliere comunale di Portoferraio)

"QUELLA SUL TRAFFICO ORAMAI E' UNA SIT-COMEDY"

Continua senza sosta la sit-commedy sui piani del traffico elaborati dall’accozzaglia di partiti che occupano le poltrone del governo di Portoferraio da ormai tre lunghi anni!
Dopo aver rovesciato in lungo e largo il traffico del centro storico sempre alle porte delle stagioni turistiche, il sindaco Peria e l’assessore Garfagnoli (di ritorno dal paese Napoleonico) annunciano a gran voce l’imminente entrata in vigore del nuovo piano del traffico di Portoferraio. L’assessore Garfagnoli annuncia che in via Guerrazzi dovranno essere realizzati parcheggi a lisca di pesce in un unico lato della strada e vuole venderla come una novità assoluta, peccato che da oltre un anno lo aveva annunciato al Consiglio Comunale ed ancora non è riuscito ad approvare neanche un atto di indirizzo, sarà incapacità politica o dimenticanza?
L’altro importante annuncio sono i parcheggi del molo Alto Fondale (già profondamente sciupato dalle anti-estetiche gabbie anti-terrorismo non ostacolate da questa amministrazione) e il parcheggio della Linguella (in parte già occupato dai militari), questi parcheggi diventeranno a pagamento, un nuovo modo per far irrevocabilmente morire il centro storico portoferraiese, dopo il fallimento (sempre per merito di questa amministrazione) delle trattative per scongiurare il trasferimento di Poste, un’altra bella mazzata all’economia del centro sarà data dai nuovi parcheggi a pagamento che di fatto renderanno il centro storico ancor più vuoto e malinconico di oggi. Altro annuncio in pompa magna, l’arrivo dei vigili stagionali ignorando che oltre gli stagionali servono soprattutto agenti di Polizia Municipale a tempo indeterminato, almeno in numero sufficiente a coprire quelli andati in pensione e quelli che hanno preferito, per i più svariati motivi, andare via da Portoferraio. Poi il sindaco Peria ci delizia con la novità che farà installare due autovelox che, a differenza di quanto dichiara, avranno l’unico scopo di far cassa, non faccia demagogia il sindaco, il suo unico obiettivo è di togliere ancora soldi dalle tasche dei contribuenti e vuole maliziosamente farcela passare come una richiesta dei cittadini. Ancora l’assessore Garfagnoli parla di incontri avuti con la cittadinanza e con gli uffici competenti, probabilmente ancora distratto dal viaggio napoleonico si dimentica che l’opposizione consiliare di Portoferraio rappresenta democraticamente (in quanto eletta) una parte dei cittadini e, ad oggi, non ¨ è stata portata a conoscenza da parte dell’assessore preposto (cioè lui stesso) circa le novità annunciate alla stampa, neanche il sindaco Peria, tanto incline alla partecipazione si è ricordato di dire all’opposizione, con la quale si è incontrato meno di una settimana fa, delle novità sul traffico di Portoferraio a tal proposito sarebbe opportuno ricordare alla Giunta Peria che esiste in Consiglio Comunale una apposita Commissione Consiliare Traffico e Viabilità della quale fanno parte sia i consiglieri di maggioranza che di opposizione ed è preposta proprio alle discussioni sull’argomento traffico. Ma la notizia più importante viene mascherata alla fine quando, l’assessore Garfagnoli, annuncia che verrà affidata una consulenza al Dipartimento per la Mobilità Sostenibile dell’Università la Sapienza di Roma, si dice in giro che questo studio costerà alla cittadinanza di Portoferraio circa 20.000 € (ventimila euro) nonostante negli uffici comunali ci siano già altri progetti di viabilità che andrebbero semplicemente aggiornati ma, dopo aver tanto pianto per la mancanza di fondi, con i primi soldi a disposizione, il governo delle sinistre, piuttosto che destinarli alla cultura ed al sociale, pensa bene di sciuparli per una consulenza. Unita alla precedente l’amministrazione Peria può vantarsi di aver investito cinquantamila euro in consulenze, una di trentamila euro per il controllore delle società partecipate la cui amministrazione è stata nominata direttamente dal sindaco Peria, l’altra di ventimila euro per la nuova consulenza sul traffico sostenibile, senza ovviamente contare le consulenze legali ed urbanistiche, è possibile quindi affermare che l’amministrazione comunale di Portoferraio può vantarsi di aver aumentato tutte le tasse e le tariffe possibili (TARSU/TIA / ICI) senza aver dato niente al territorio. Tutto questo potrebbe sembrare una commedia, unita hai commenti dei vari partitini rossi sulla necessità di coinvolgere i cittadini nelle scelte della città, invece, purtroppo, è la triste realtà della Portoferraio che, con oltre 4000 preferenze, si aspettava la rivoluzione della nuova partecipazione dall’amministrazione Peria e si è invece ritrovata nel mezzo di una concertazione tra partiti rosso/verdi per la distribuzione delle poltrone e delle cariche con la conseguente discesa in un oblio senza fine.
In conclusione vorrei che il sindaco Peria spiegasse alla cittadinanza se è a conoscenza dei confini della municipalità di Portoferraio, non è molto chiaro il motivo per cui si parla di piani del traffico per il centro e si ignora lo stato di degrado ed abbandono in cui versa la periferia anche dal punto di vista del traffico e dei parcheggi. Anche all’Assessore Garfagnoli vorrei ricordare che Portoferraio inizia a Bagnaia, passa dall’Acquabona, da Scaglieri dalla Biodola, da Carpani, da Concia di Terra ecc, pertanto parlare di traffico solo per quanto riguarda il centro è troppo riduttivo, l’incarico che il sindaco gli ha conferito e che lui ha accettato lo obbliga a pensare a tutti i quartieri di Portoferraio, inoltre l’assessore non si dimentichi che oltre alla responsabilità del traffico si è assunto anche quella della cultura, lo scorso anno dimenticò di far aprire il cinema all’aperto alla Linguella, sarebbe opportuno che quest’anno facesse più attenzione, sia al cinema che ad altri eventi culturali che sarebbe necessario seguire con impegno e concentrazione. Sempre a proposito del traffico cittadino non ho ancora sentito dichiarazioni da parte dell’assessore Garfagnoli circa il problema che il nuovo ufficio postale ha portato (o porterà) al traffico di via Manganaro, non sarà che l’assessore, inseguendo i sogni sul traffico sostenibile, sta sottovalutando un problema reale che ben presto porterà l’ingresso di Portoferraio ad essere un ingorgo di auto? Non ci vorranno mica altri ventimila euro per risolvere questo problema?