Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

TRE MILIONI PER LE PROVINCIALI ELBANE NEL BILANCIO: BALDINI: “PER LA PRIMA VOLTA INTERVENTO ADEGUATO”

PRESENTATA LA PROPOSTA CHE DOVRA' ESSERE APPROVATA ENTRO IL 31 MARZO: 500 MILA EURO PER LA BANDA LARGA, SEDE DELL'APT ALLA GATTAIA, PER IL POLO SCOLASTICO L'ASSESSORE ASPETTA IL SI' DEL MINISTERO

TRE MILIONI PER LE PROVINCIALI ELBANE NEL BILANCIO: BALDINI: "PER LA PRIMA VOLTA INTERVENTO ADEGUATO"

Tre milioni per le strade, con la novità del global service esterno (“per la prima volta un intervento adeguato”, ammette la Provincia), 500 mila euro per la banda larga internet, spostamento della sede dell’Apt, impulso al “piano de-stagionalizzazione” con il progetto “Isola dell’Imperatore” (turismo attivo, ciclismo, trekking, e sport in mare). Sono le misure più significative per l’Elba, fra quelle previste dalla proposta di bilancio provinciale che è stato presentato stamani dall’assessore Baldini, e che dovrà essere approvata entro il 31 marzo.
“Questa è un isola turistica, che deve essere tenuta molto bene, soprattutto nel periodo estivo – concede l’assessore – quella delle strade è una svolta perchè finora la manutenzione ordinaria l’abbiamo fatta con i nostri uomini e con i nostri mezzi, ma ci siamo però resi conto che sono troppo esigui rispetto alle necessità dell’isola. Altro punto è la sede dell’Apt: il turismo elbano necessita di questa struttura, perché non possiamo essere attraenti per i turisti in un appartamento al secondo piano del grattacielo di Portoferraio. Quindi ristruttureremo la Gattaia e collocheremo lì l’Agenzia”. Ma per la Bandini l’intervento significativo è proprio l’investimento di 500mila euro per la banda larga: “Per noi è un elemento di modernizzazione forte, sia dal punto di vista economico ma anche culturale. Questi 500 mila euro poi raddoppieranno, perchè la Regione Toscana ne metterà altri 500”.
Anche la Provincia lamenta i vincoli alla finanza locale: le limitazioni alle politiche di investimento sul territorio (impossibilità di contrarre nuovi mutui e di applicare l’avanzo di amministrazione), il blocco dei pagamenti superiori ai 2 milioni di euro, e l’impossibilità di ampliare le possibilità di spesa con i trasferimenti di competenze agli enti del territorio.
Oltre alle strade, l’altra importante competenza della provincia è la scuola: in questo settore c’è la riqualificazione dell’Itc Cerboni e il recupero dell’ex caserma Tesei per l’“alto obiettivo” del polo scolastico. “Speriamo che il ministero dell’Ambiente revochi al più presto il vincolo su quella struttura”, dice la Bandini.
Tra gli indirizzi per la cosiddetta compatibilità ambientale l’adozione del piano integrato di gestione dei rifiuti; l’attivazione di un bando per la riduzione della produzione dei rifiuti e per la promozione della raccolta differenziata (stanziati 250 mila euro), la riduzione dell’addizionale Tia e Tarsu di mezzo punto. Per i rifiuti elbani, si conferma il sostegno al completamento del revamping del Buraccio a Porto Azzurro, e per l’attivazione dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) del Literno.
Fra gli interventi nelle aree protette, si sottolinea la promozione dello sviluppo sostenibile dell’isola di Pianosa con progetti che vanno dalla ricerca ambientale all’agricoltura sperimentale. Per quanto riguarda la gestione delle risorse idriche, saranno attivati i progetti per la realizzazione o il recupero di invasi idrici multifunzionali, oltre al monitoraggio delle falde idriche.
Infine, per le opere di difesa costiera, è previsto il completamento del lavoro di sistemazione della spiaggia di Cavo, gestito dal comune di Rio Marina.

ri.bla