Quantcast
STRADE, SCUOLE, TURISMO, TUTTE LE PREVISIONI - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

STRADE, SCUOLE, TURISMO, TUTTE LE PREVISIONI

TUTTI GLI INTERVENTI DI SISTEMAZIONE PREVISTI NEL 2007 PER STRADE (FRANE, BARRIERE, SEGNALETICA) ED EDILIZIA (SCOLASTICA E NON)

STRADE, SCUOLE, TURISMO, TUTTE LE PREVISIONI

“Ci sono sull’isola elementi forti di criticità a cui però è possibile dare risposte alte”. Lo riconosce la Provincia, indicando una serie di “sfide da raccogliere”. Vediamo quali sono, nel dettaglio, gli interventi previsti dalla proposta di bilancio e dagli atti di indirizzo della giunta, per le strade provinciali e l’edilizia, scolastica e non:

STRADE: GLOBAL SERVICE PER LA MANUTENZIONE E 3 MILIONI PER SISTEMARLE

Per la prima volta la Provincia mette a disposizione fondi e strumenti adeguati per la manutenzione delle strade elbane. E’ la stessa amministrazione provinciale che lo ammette, presentando la proposta di Bilancio per il 2007, e spiegando l’intenzione di usare un servizio esterno. “In questi ultimi anni – constata l’atto di indirizzo della giunta provinciale – è stato evidente che il piccolo gruppo di operai del distretto stradale elbano non era in grado di far fronte ad un impegno manutentivo quale è richiesto da un territorio a quasi esclusiva vocazione turistica. Si è quindi studiata la possibilità di esternalizzare questo servizio, e negli anni precedenti sono state fatte alcune sperimentazioni per brevi periodi e con risorse limitate. Visti i risultati positivi, quest’anno per la prima volta il Bilancio assegna al global service dell’Elba una quantità adeguata di finanziamento (250 mila euro), con il quale potremo finalmente assicurare una accurata tenuta delle strade provinciali, in un rapporto collaborativo con la nostra squadra”.
Questo per quanto attiene alla manutenzione ordinaria, a cui si aggiungono 570 mila euro per la sistemazione della provinciale n.25, per la frana al Mortaio. Le risorse di queste due ultime partite, finanziate mediante applicazione dell’avanzo 2004, sono state trasferite alla Comunità Montana dell’Arcipelago Toscano in virtù del principio di sussidiarietà.
La convenzione tra Provincia e Comunità Montana è stata approvata dal Consiglio provinciale nel luglio 2005.
Sempre in virtù della convenzione con la Comunità Montana saranno eseguite queste opere di carattere straordinario:

manutenzione straordinaria della strada provinciale 25, nel tratto sud-occidentale per 1 milione e 230 mila euro;
manutenzione straordinaria della provinciale n. 36 “Zanca -S. Andrea” per 190 mila euro;
cippi chilometrici su tutte le strade elbane per 97 mila euro;
barriere di sicurezza per 800 mila euro;
marginatori per 255 mila euro;
segnaletica verticale per 74 mila euro.

“L’affido alla Comunità Montana ha richiesto tempi molto più lunghi di quanto ci attendevamo – dicono gli amministratori provinciali – ma finalmente tutte le questioni burocratiche sono state risolte e in questi giorni partiranno le gare d’ appalto”.

Si prevedono “tempi un po’ più lunghi per la viabilità legata al revamping del Buraccio”, mentre per quanto riguarda la parte orientale dell’isola, in previsione dell’approvazione del progetto del porto di Rio Marina, provincia e il Comune hanno firmato un protocollo d’intesa per lo studio di fattibilità della variante al paese, che comporta la rivisitazione di tutta la viabilità dell’area, da rimettere ai soggetti realizzatori del porto per il suo finanziamento.

EDILIZIA SCOLASTICA: “L’ALTO OBIETTIVO DEL POLO SCOLASTICO”

“Un altro dei nodi dolenti dell’isola” riconosce la provincia, che ricorda: Fino al ’99 l’ente aveva solo un edificio scolastico, il Cerboni. Con la legge 23, è passato
sotto la sua competenza anche il Foresi- Brignetti, una cui sede, quella del Grigolo, in condizioni abbastanza difficili. Con la collaborazione del comune di Portoferraio siamo riusciti a far fronte all’emergenza, assicurando il regolare svolgimento delle attività scolastiche sia pure in condizioni non ottimali, mentre il Cerboni è stato oggetto di un importante intervento manutentivo alla copertura, senza però risolvere il problema della parte prefabbricata”.
Il documento della Provincia parla di “un obiettivo alto da realizzare, che non è più il sogno di qualche amministratore ma un vero progetto di tutta l’isola – e aggiunge in termini non esenti da valutazioni politiche – ora che è terminato lo sciagurato commissaria mento del parco l’acquisizione dal demanio dell’ex Caserma Tesei per farne il polo scolastico dell’isola, nei cui grandi spazi possono trovare collocazione gli istituti superiori elbani con tutte le strutture necessarie ad una didattica veramente innovativa (laboratori, palestre, punti di aggregazione), e che può proporsi anche come polo universitario di ricerca sul mare, in collegamento anche col progetto Pianosa. Su questo obiettivo la Provincia e tutti i comuni elbani stanno lavorando”.

EDILIZIA NON SCOLASTICA: LA SEDE DELL’APT ALLA GATTAIA

La Provincia sta esaminando la rinnovata richiesta del comune di Porto Azzurro di acquisizione della caserma dei carabinieri. Continuiamo gli interventi manutentivi su quella di Calata Buccari, “anche per salvaguardare questa straordinaria struttura, in una prospettiva per ora purtroppo remota, di un utilizzo adeguato alla sua bellezza architettonica e alla storia”.
Ma l’intervento più significativo sull’edilizia sarà la nuova sede dell’Agenzia per il turismo, che sarà spostata alla Gattaia. Questa operazione sarà finanziata con un contributo regionale e la vendita dell’appartamento nel grattacielo in cui ha sede ora l’Apt. “Questo intervento – dice la Provincia – otterrà più risultati : non solo dare una collocazione adeguata all’Apt in una sede prestigiosa e ben visibile, ma anche recuperare un punto di Portoferraio così delicato come l’accesso al porticciolo, oggi in condizioni degradate. Queste strutture, inoltre, con il piccolo parco sovrastante, consentiranno anche lo svolgimento di eventi che contribuiranno alla qualificazione del turismo elbano”.