Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“TUTTO A POSTO A MONTEGROSSO” ASSICURA MAZZANTINI, BOSI IRONICO: “CHI VUOL EDIFICARE SI RIVOLGA A LORO”

DOPO IL CHIARIMENTO CON IGOR PROTTI, IL PORTAVOCE DI LEGAMBIENTE HA DATO IL SUO 'OK' AI LAVORI AL FARO DI CAVO. IL SINDACO RIESE COMMENTA: "IL MESSAGGIO E' CHIARO, NO? TUTTO QUESTO ASSOMIGLIA AL LOBBISMO"

"TUTTO A POSTO A MONTEGROSSO" ASSICURA MAZZANTINI, BOSI IRONICO: "CHI VUOL EDIFICARE SI RIVOLGA A LORO"

“Tutto a posto a Montegrosso”. Dopo settimane di polemiche e segnalazioni, Legambiente Arcipelago Toscano alla fine ha ammesso che non ci sono problemi nei progetti di Igor Protti, ex calciatore del Livorno proprietario da decenni del faro nei pressi di Cavo. Il “via libera” è arrivato dopo un incontro – potremmo dire – fra l’ex attaccante (Protti) e il portavoce del circolo ambientalista, Mazzantini. Il comune di Rio Marina aveva già escluso che ci fossero irregolarità, ma per il circolo si era trattato di “risposte contraddittorie”, che “avevano generato ulteriore confusione invece di chiarire la vicenda”.
Ora gli ambientalisti hanno verificato direttamente i lavori, o i progetti. “Anche dal punto di vista delle concessioni edilizie e dei nulla-osta necessari, compreso quello del parco nazionale, i lavori sembrano in perfetta regola – ha detto Umberto Mazzantini, portavoce del circolo – il progetto illustrato da Igor Protti è di grande qualità. La serietà del personaggio ed il suo amore per quella struttura e quei luoghi, legati anche alla sua famiglia, ci fa escludere qualsiasi intento speculativo. Ci sembra un recupero e un restauro rispettoso della storia e dell’ambiente e che può essere preso a modello per il recupero di altre strutture simili che sorgono sulle montagne elbane di fronte al mare”.

Il sindaco di Rio Marina sembra riferirsi a questo episodio, quando – nella sua nuova lettera a Tozzi- scrive che il consigliere “interloquisce quasi quotidianamente con enti pubblici e con privati, perfino esprimendo pareri su pratiche edilizie in fase istruttoria”.
Raggiunto da Teletirreno, Bosi ha commentato con una battuta la vicenda Montegrosso-Protti-Mazzantini: “Ah, ora è tutto a posto? Il messaggio è chiaro, no? Chi vuole edificare deve rivolgersi a Legambiente. Questo assomiglia molto al lobbismo, e conferma ciò che andiamo dicendo da tempo”. Gli abbiamo chiesto un commento sulle ragioni di questa nuova querelle con Legambiente e Mazzantini, ma Bosi non l’ha concesso: “Non ho voglia di commentare dichiarazioni senza né capo né coda”, aggiungendo solo: “Mi sembra un po’ stressato però”.