Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

DUE GIORNI DI SOGNI PER “GLI SPOSI” IN FIERA

UN MATRIMONIO DEL 1600 E MOMENTI SPETTACOLO NEI DUE GIORNI AL CENTRO DE LAUGIER. MOLTI I VISITATORI, SODDISFATTI GLI ORGANIZZATORI

DUE GIORNI DI SOGNI PER "GLI SPOSI" IN FIERA

Era la “prima volta” da associati, ma la quinta insieme nel proporsi fuori dai canoni convenzionali di una fiera.
“Gli Sposi”, organizzato da “Elbaexpo”, è stata un successo, di critica e pubblico.
Due giorni, sabato e domenica, in cui, le giovani coppie hanno potuto scegliere tra tutte le proposte per il giorno del fatidico “si” e i curiosi intrattenersi a godere dei vari momenti in pedana offerti dagli stessi espositori. Ben 24 presenti al centro congressuale De Lauger di Portoferraio.
Gli organizzatori, fanno sapere, stime alla mano, che quella del 3 e 4 di marzo è stata la fiera per gli sposi che ha registrato il maggior numero di visitatori, segno che il mercato nel settore “tira”, e che esiste sempre la consapevolezza fra coloro che decidono di coronare il loro sogno d’amore che quel giorno è per sempre.
Un successo e una legittimazione dell’evento, sottolineato anche dall’assessore del comune di Portoferraio, Nunzio Marotti.
Tra i momenti di attrazione, grande fascino e attenzione ha creato il “matrimonio in diretta” nell’antico convento, poi caserma De Lauger, con la celebrazione delle nozze tra il “Cavalier Francesco Bichi di Portoferraio, patrizio fiorentino e la giovane Isabella Camilla figluola di Don Hernando Velasco D’Aragona intendente di sua Maestà reale il Re di Spagna presso la piazza di San Giacomo in Longone.
I nomi dei personaggi sono frutto della pura fantasia, ma i particolari sono stati curati grazie ad una ricerca storica del gastronomo Alvaro Claudi, che ha curato il banchetto di nozze tenendo fede minuziosamente all’etichetta del 1600, dalla scelta delle portate a quella della “mise en place”.
Grazie ai figuranti dell’associazione Granducato isola d’Elba, alla disponibilità della Misericordia e al lavoro degli organizzatori, la bellezza del chiostro e della scenografia hanno regalato ai tanti visitatori, un viaggio ricco di fascino tra il passato ed il presente.
E poi il contorno, fatto di acconciature, sfilate, set fotografici, dolci fantasie e spettacolo.
Insomma due giorni da sogno, l’essenza della manifestazione.