Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

PEGASO NON VOLA, INTERVIENE LA MOTOVEDETTA

L’ELICOTTERO DEL 118 HA AVUTO PROBLEMI PER IL VENTO: UNA CAMPESE E' STATA TRASPORTATA A PIOMBINO DA UN MEZZO DELLA CAPITANERIA

PEGASO NON VOLA, INTERVIENE LA MOTOVEDETTA

Impossibilitato a volare l’elicottero del 118 per il vento ad alta quota, c’è voluto l’intervento di una motovedetta della Capitaneria di Porto domenica sera, intorno alle 22, per il trasporto sanitario di una signora di 44 anni di Campo.
Evidenziate ancora una volta, dunque, le difficoltà del soccorso sanitario all’Elba, anche se l’intervento della Guardia Costiera è riuscito a rendere comunque accettabili i tempi dell’intervento.
Sfortunata protagonista una donna che per un serio malore è stata soccorsa presso la sua abitazione di Marina di Campo intorno alle 21.30 e subito trasportata al pronto soccorso di Portoferraio con un’autoambulanza della Misericordia.
Dopo i primi accertamenti dei sanitari portoferraiesi è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso del 118. L’elicottero Pegaso però non si è potuto alzare in volo dalla base di Grosseto, a causa – a detta degli addetti ai lavori – di forti venti presenti in quel momento in alta quota.
In effetti, a quell’ora, soffiava un vento da sud ovest forza 4, ma nella zona di Grosseto era ancora in atto – seppure in attuazione – un forte temporale; la visibilità comunque era discreta.
Immediata comunque la decisione di far intervenire la Capitaneria di Porto per il trasporto in continente dell’ammalata tramite motovedetta. Subito predisposto in Calata Bùccari il trasbordo dell’ammalata dall’ambulanza al mezzo veloce della Guardia Costiera, che ha raggiunto in pochi minuti il porto di Piombino. Qui, un’altra ambulanza attendeva la paziente, che è stata trasportata presso l’ospedale di Livorno. Le sue condizioni sono stazionarie.