Quantcast
CI SCRIVE PACINI: "E' IL MOMENTO DI UN PIANO NUOVO" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

CI SCRIVE PACINI: “E’ IL MOMENTO DI UN PIANO NUOVO”

IL PRESIDENTE DELLA MARGHERITA: "RISANAMENTO, LAVORI PUBBLICI, URBANISTICA. L'OPPOSIZIONE SI AGITA PERCHE' LA GIUNTA LAVORA BENE"

CI SCRIVE PACINI: "E' IL MOMENTO DI UN PIANO NUOVO"

Egregio sig. direttore,

Mi scusi se torno sull’argomento oggetto dell’intervista a Bertucci e Giardini, ma mi sembrano doverose alcune brevi precisazioni.
Dalla risposta risentita dei due ex assessori Bertucci e Giardini al comunicato stampa della Margherita si capisce lo stato di agitazione in cui vivono nel vedere che questa Giunta, malgrado la loro campagna di disinformazione che dura ormai da diverso tempo, lavora e porta a casa “cose concrete” come, ad esempio, il risanamento delle finanze comunali, la messa a reddito del patrimonio pubblico (con le relative entrate da canoni ed affitti che praticamente raddoppiano in tre anni), le opere pubbliche fondamentali per la città, il restauro degli immobili storici più importanti (l’ultimo è il Forte Falcone), la messa in sicurezza e l’ampliamento dei plessi scolastici, la pianificazione del nuovo distretto socio- sanitario, di un nuovo polo scolastico e universitario alle Ghiaie, il potenziamento del porto commerciale, la sperimentazione del bilancio partecipato deciso insieme ai cittadini, la riqualificazione dei servizi sanitari, il potenziamento degli interventi sociali (con la spesa relativa che aumenta del 31% dal 2004 al 2006), le nuove 15 case popolari in Albereto e il nuovo Regolamento urbanistico. Non mi sembra cosa da poco aver approvato tale Regolamento in così poco tempo (altri comuni o non vi sono riusciti o hanno impiegato un tempo pressoché doppio); ciò è stato possibile anche per l’impegno profuso da tutti i consiglieri della Commissione urbanistica. Per dare risposte urgenti fu scelto di lasciare in vigore il vecchio piano strutturale della giunta Ageno che prevedeva il famoso coefficiente di edificabilità 0,03 in alcune zone (votato anche da Bertucci e Giardini nel 2002). Ora, però, è venuto il momento di progettare un piano strutturale nuovo per poter dare ulteriori e nuove risposte al territorio.
La ringrazio per l’ospitalità e Le prometto che in futuro non Le ruberò altro spazio per lo stesso argomento e La saluto senza fare ulteriori commenti.

Roberto Pacini