LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

POSTI BARCA E AUTO, IL COMUNE CONFERMA LA REGIONE: “I 350 DI SAN GIOVANNI SONO NEL PIANO STRUTTURALE”

L'AMMINISTRAZIONE PRECISA: IL MASTER PLAN NON E' ANCORA APPROVATO. C'E' ANCORA TEMPO PER LE OSSERVAZIONI, ANDRA' IN CONSIGLIO A MARZO

POSTI BARCA E AUTO, IL COMUNE CONFERMA LA REGIONE: "I 350 DI SAN GIOVANNI SONO NEL PIANO STRUTTURALE"

I posti a San Giovanni saranno 350, la previsione del master plan regionale è coerente con gli strumenti urbanistici del comune. Lo conferma l’amministrazione comunale, replicando alle questioni sollevate ieri da queste colonne da Renato De Micheli Vitturi, assessore fino al 2005.

De Micheli ha rimproverato al comune il mancato intervento su due questioni in particolare: la mancata deroga per l’Elba sulla previsione dei posti-auto a servizio dei porti (che impone “mega-parcheggi” per i nostri paesi), e quello che – a suo parere – è l’eccessivo numero dei posti-barca riconosciuto per San Giovanni (350).

Intanto i tempi. “Per una corretta informazione – dice la nota diffusa dal comune – si precisa che il Master Plan dei Porti non è stato ancora adottato dal Consiglio regionale. Lo sarà presumibilmente nel mese di marzo. Le osservazioni, tendenti a migliorare le previsioni, potranno essere presentate solo successivamente”.

Il merito della questione: i posti auto. “Per l’approdo di San Giovanni – spiega l’amministrazione – il Piano strutturale di Portoferraio approvato nel 2002 prevede un numero di posti auto non inferiore ad 1,5 per posto barca. Da questa norma, che prevede maggiori standard rispetto al Master Plan (1,5 contro 1,25 posti auto), non si può prescindere, almeno fino a quando non decida diversamente il Consiglio comunale attraverso la definitiva approvazione della futura variante al Piano strutturale”.
Infine i posti barca di San Giovanni: “La previsione dei 350 posti barca – conclude il comune – è coerente con le previsioni del Piano strutturale, approvato nel 2002, e del conseguente Regolamento urbanistico, approvato nel gennaio scorso”.