LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

LA FESTA DEL CACCIATORE A CAPOLIVERI

GRANDE PARTECIPAZIONE PER LA SECONDA EDIZIONE

LA FESTA DEL CACCIATORE A CAPOLIVERI

La scorsa domenica, in piazza Matteotti del comune di Capoliveri, si è svolta la seconda edizione della festa della selvaggina organizzata dalla sezione Federcaccia di Capoliveri.
Anche questa edizione, come quella dello scorso anno, ha avuto un notevole successo di partecipazione, confermando le ambizioni degli organizzatori che ogni prima domenica di febbraio vogliono creare un appuntamento fisso che si ripresenti anche negli anni a venire facendone una tradizione duratura nel tempo.
La giornata è iniziata intorno alle 7.30 quando in località Mola è iniziata la gara cinofila per cani da ferma senza sparo su fagiano, alla quale hanno partecipato circa 40 cani, e che è andata avanti fino all’ora di pranzo; durante la mattina sono stati serviti ai numerosi partecipanti, ma anche ai tanti che si sono recati sul campo di gara solamente per assistere alle prestazioni dei cani, panini con coppa e bibite.
All’ora di pranzo la piazza di Capoliveri si è trasformata in un ristorante a cielo aperto dove, il menù preparato ha soddisfatto i palati di tutti i presenti anche quelli più sofisticati, potendo gustare la polenta con ragù di cinghiale o di lepre, le lasagne del cacciatore che hanno riscontrato un ottimo gradimento, lo spezzatino di cinghiale e il fagiano che insieme ai fegatelli di cinghiale costituivano la seconda portata del menù, e per finire la schiaccia briaca e la schiaccia con i fichi preparate secondo le ricette delle nostre nonne.
Al centro della piazza il braciere pieno di salsicce da mangiare in mezzo ad un ottimo panino, riempiva la piazza di una fragranza irresistibile alla maggioranza dei presenti.
Contemporaneamente si svolgeva sempre all’interno della piazza il secondo concorso gastronomico “Enrico Tonietti” dove i migliori ristoranti dell’Elba hanno dato vita ad una competizione agguerrita all’ultimo colpo di forchetta; alla fine il ristorante Koala ha avuto la meglio come migliore assoluto e come miglior equilibrio gustativo, mentre Massimo Poli si è aggiudicato il premio per la migliore presentazione del piatto e La Bussola ha vinto il miglior abbinamento enogastronomico.
Nel pomeriggio i frati fritti e la cioccolata calda preparate dalla pasticceria “Orchidea”, insieme alla musica dal vivo di Marika, hanno allietato la festa fino all’ora di cena quando si è aperto il meritato braciere del cacciatore dove tutti coloro che erano rimasti in piazza si sono uniti ai cacciatori per gustare le ultime specialità rimaste cotte sulla brace.
Alla fine della giornata i cacciatori stanchi giravano ancora per la piazza soddisfatti di ciò che anche quest’anno sono riusciti a creare, consapevoli che solo la passione che li accomuna li rende così uniti.
Ringraziando tutti coloro che hanno partecipato a questa splendida giornata, la sezione Federcaccia di Capoliveri da appuntamento alla prima domenica di febbraio del 2008 per la terza edizione che promette di essere ancora più divertente di quella che la hanno preceduta!