Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

INCREDIBILE SCONFITTA FIORENTINA PER L’ELBA ’97

AVANTI PER 3-0 A 20 MINUTI DALLA FINE, LE NOSTRE RAGAZZE SONO CROLLATE

INCREDIBILE SCONFITTA FIORENTINA PER L'ELBA '97

Sancat Firenze – A.C.F. Elba ‘97 = 4 – 3

Sancat: Landi, Calderai, Pacca, Riannetti, Bartolini, Palmiero, Galluzzi, Santanni, Bellocci, Lolini, De Montalvo. All Moretti Bruno

Elba ‘97 : Romano S., Olmetti, Maione, Chiessi, Candela, Batilla, Battini, Toccafondi, Donigaglia, Romano M. All. Pugi Alessandro

Reti: 20° Candela, 31° Toccafondi, 35° Maione, 40°, 48° e 54° Galluzzi (S), 50° Giannetti (S).

Ci risiamo, ancora una volta l’Elba ‘97 cade contro il Sancat Mobicco nella maniera più rocambolesca possibile, cioè quando le elbane avevano una vittoria tra le mani che solo le stesse atlete potevano sciupare. Come lo scorso anno, proprio a Firenze, le elbane erano in vantaggio per tre reti a zero, a 20 minuti dalla fine della gara, quando si è spenta la luce e le fiorentine hanno preso possesso del campo ribaltando un risultato insperato. “In effetti non è la prima volta che ci capita – commenta l’allenatore Alessandro Pugi – è già successo in passato contro la squadra fiorentina di essere in vantaggio ed andare a perdere la gara. Fino al 40° della partita la squadra ha giocato un buon calcio a 5, attenta in difesa, veloce nelle ripartente e micidiale sotto porta, poi dopo il gol dell’uno a tre, abbiamo cominciato a vacillare ed a niente sono valsi i cambi e le raccomandazioni di stare tranquille e concentrate, sono saltate le marcature ed abbiamo sbagliato tutto. Come avevo detto in precedenza la squadra vincitrice di questo incontro sarebbe stata quella che avrebbe gestito meglio la gara, e loro lo hanno fatto meglio di noi. Resta il fatto che comunque, finchè non ha perso le staffe,la squadra ha giocato molto bene ed ha avuto dei miglioramenti sul piano del gioco rispetto a domenica scorsa, nonostante la sconfitta. Una sconfitta che non pregiudica niente, visto che saranno le prime quattro squadre a classificarsi per le finali, anche se domenica prossima giocheremo in casa contro il Pietrasanta, squadra che come noi ambisce a vincere la Coppa ed il Campionato, quindi domenica dovremo fare assolutamente risultato pieno”.
Una gara bellissima, quella vista al Palasancat, che solo una sciagurata prestazione nei minuti finali ha rovinato la festa delle elbane. “Potevamo ancora cambiare il risultato – continua Pugi – negli ultimi 5 minuti Chiessi ha colpito un palo e Maione si è presentata a tu per tu con Landi per ben tre volte, senza però trovare il varco giusto, a dimostrazione che se non avessimo perso le staffe, oggi il risultato sarebbe stato diverso”.

La cronaca: le elbane si presentano in campo con la formazione base, Romano S. tra i pali, Chiessi ed Olmetti centrali, Candela e Maione in attacco. La gara si infiamma subito con continui capovolgimenti di frone. Al 10° Maione calcia a rete la palla si infila sotto la traversa, coglie il palo ed esce. Le azioni si susseguono, fino al 20° quando Candela lascia partire un tiro che Palmiero devia nella propria rete. Si và al riposo sull’uno a zero per le elbane. Nella ripresa, dopo 15 secondi, Toccafondi ruba palla e si invola in area battendo Landi con un tiro rasoterra. Al 34° è la volta di Maione a battere Landi. La gara sembra in discesa per le elbane che sono padrone del campo fino al 40° quando su un errore di Candela, Galluzzi ruba palla e sigla il gol dell’ uno a tre. Nonostante il risultato sia ancora al sicuro, le elbane vacillano, e il Sancat prende forza, e su un altro errore elbano ancora Galluzzi sigla il 2-3. La gara si fa confusa, la squadra di Pugi non riesce più a trovare il bandolo della matassa e a 10 minuti dalla fine ancora Galluzzi, ben servita da Palmieri, trova la rete del 3 a 3. Crollano le certezze delle elbane che ormai sono in piena crisi, tant’è che Riannetti a 4 minuti dalla fine trova il gol del 4 a 3. Negli ultimi tre minuti si assiste all’assalto delle elbane che svegliate dallo schiaffo datogli dalle fiorentine, trovano tre palle gol, con Chiessi che coglie il palo, e con Maione che per ben due volte sola davanti a Landi si fa parare i tiri. Finisce così con una vittoria ancora a favore delle fiorentine che segnano nel loro carnet la vittoria n° tre contro una sola da parte elbana
Domenica appuntamento al palazzetto dello sport Monica Cecchini alle ore 14.30 per la gara contro il Pietrasanta.