Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

BONINI: “NON PARLA POLITICHESE, ERA IN BUONA FEDE”

IL GIORNALISTA CHE HA INTERVISTATO IL PROFESSOR TOZZI PER TRENTAGIORNI CONFERMA OGNI PAROLA MA RIDIMENSIONA L'ACCADUTO

BONINI: "NON PARLA POLITICHESE, ERA IN BUONA FEDE"

Conferma, parola per parola quella ormai famigerata intervista, Senio Bonini, giornalista portoferraiese, e collaboratore di Teletirreno, ma lancia una ciambella di salvataggio al suo intervistato, Mario Tozzi. “Io confermo quanto ho scritto nella mia intervista, ma aggiungo che le sue parole vanno lette in un’accezione più ampia, che nell’intervista intera (e non stralciata) si capisce benissimo. Ma ti aspettavi che il tuo pezzo avrebbe scatenato un putiferio del genere? “Si, ma non a questi livelli, mi aspettavo delle reazioni su certi passaggi forti, ma ribadisco che – a parte le stoccate – il discorso del professore lasciava filtrare i presupposti di collaborazione con gli amministratori, disponibilità che ieri lui ha confermato”. A te il personaggio come ti è sembrato? E’ stato un caso di presunzione intellettuale oppure gli sono solo scappate delle parole?
“L’intervista è stata interessante e amichevole. Certo la persona è veemente, non parla il politichese, ma è intenzionato a far bene, non ha avuto assolutamente un tono di spocchia. Ha annunciato di volersi mettersi a studiare la realtà elbana, per fare del bene al territorio”. E ora che pensi che accadrà? “Non penso che questa uscita pregiudicherà la sua nomina, magari ritarderà un pò quell’accettazione da parte delle comunità locali, soprattutto quelle del centro sinistra, che hanno digerito male la sua nomina. La cosa si ridimensionerà”.