Quantcast
ELBA FESTIVAL:GLINKA E UN AFFASCINANTE INEDITO DI PAGANINI AL TEATRO DEI VIGILANTI - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

ELBA FESTIVAL:GLINKA E UN AFFASCINANTE INEDITO DI PAGANINI AL TEATRO DEI VIGILANTI

SABATO 10 SETTEMBRE PROTAGONISTI ALCUNI FRA I PIÙ IMPORTANTI SOLISTI DEL FESTIVAL ELBA ISOLA MUSICALE D’EUROPA

ELBA FESTIVAL:GLINKA E UN AFFASCINANTE INEDITO DI PAGANINI AL TEATRO DEI VIGILANTI

La prima parte della serata sarà tutta dedicata a Mikhaïl Glinka il cui stile è contemporaneamente influenzato dalla cultura cosmopolita del compositore russo e dalla sua volontà di sviluppare un linguaggio legato alla musica nazionale russa. La pianista Ljudmila Berlinskaja eseguirà le sue raffinate Miniature per pianoforte e, insieme a Yuri Bashmet, la bella e giovanile Sonata per viola e pianoforte in cui si avverte l’influsso delle analoghe composizioni di Mozart e Beethoven.
La seconda parte della serata vedrà il brillante fagottista Diego Chenna e il violinista Michael Vaiman impegnati un brano di Nicolò Paganini, il Terzo Duetto per violino e fagotto, scoperto solo l’anno scorso a Genova, città natale del compositore. Come è noto Paganini ebbe una vita estremamente avventurosa e in parte oscura per i biografi. Ma tra le sue opere veniva sempre citata una fantomatica composizione per fagotto di cui si erano perse le tracce. Lo scorso anno sono stati finalmente ritrovati su 12 fogli manoscritti 3 duetti per violino e fagotto insieme a una lettera di un fagottista svedese, dedicatario dell’opera, che si lamentava del fatto che non esistesse musica per fagotto sufficientemente virtusosistica. Con questi lavori Paganini accontentò decisamente il desiderio del fagottista, in quanto i duetti sono caratterizzati da una scrittura estremamente ardua e virtuosistica tanto per il violino quanto per il fagotto.
Ultimo brano in programma è il brillante Andante e rondò ungherese per fagotto e orchestra che vedrà nuovamente impegnato Diego Chenna accompagnato dai Solisti di Mosca diretti da Bashmet.